Notiziario

Per consultare tutti i numeri pubblicati visitare l'archivio

Good News Agency

Nonostante tutto, una cultura di pace sta emergendo in tutti i campi dello sforzo umano

mensile, anno XX, numero 296 – 26 dicembre 2020

 

Good News Agency - l’agenzia delle buone notizie - riporta notizie positive e costruttive da tutto il mondo del volontariato, delle Nazioni Unite, delle organizzazioni non-governative e delle istituzioni impegnate nel miglioramento della qualità della vita, notizie che non si “bruciano” nell’arco di un giorno. È distribuita gratuitamente per via telematica nel mondo a media e giornalisti di redazione, ONG e associazioni di servizio, scuole superiori e università. È un servizio di volontariato dell’Associazione Culturale dei Triangoli e della Buona Volontà Mondiale, ente morale educativo associato al Dipartimento della Pubblica Informazione delle Nazioni Unite. Sostiene il Movimento Globale per la Cultura di Pace. Nel rapporto conclusivo sul progetto del Decennio per una Cultura di Pace (2001-2010) consegnato al Segretario-Generale ONU per la presentazione all'Assemblea Generale), Good News Agency è inclusa tra le tre ONG che svolgono un ruolo importante nel campo della informazione per la promozione di una cultura di pace tramite Internet.*

 

Sommario

Legislazione internazionaleDiritti umaniEconomia e sviluppoSolidarietà

Pace e sicurezzaSaluteEnergia e sicurezzaAmbiente e natura

Religione e spiritualitàCultura e educazione

 

Legislazione internazionale
(top)

 

 

L’ecocidio potrà essere presto perseguito penalmente

(di Teresa Bergen)

1° dicembre 2020 - Gli avvocati internazionali stanno collaborando per definire il nuovo crimine di ecocidio: rendendo reato la distruzione dell’ecosistema, sperano sia di punire che di scoraggiare coloro che danneggiano volontariamente il nostro pianeta. I parlamentari svedesi hanno chiesto alla Fondazione Stop Ecocide di lanciare il progetto che coinciderà con il 75 ° anniversario dell’inizio del processo per crimini di guerra di Norimberga nel 1945. Questo famoso processo punì i leader nazisti e i fautori del nuovo movimento per definire e fermare l'ecocidio vogliono che questo crimine ambientale sia di statura simile al genocidio e ai crimini di guerra. Il professor Philippe Sands dell’University College di Londra e Florence Mumba, già giudice della Corte penale internazionale (ICC), presiedono il gruppo di lavoro che coordina l'iniziativa.

https://inhabitat.com/ecocide-could-soon-be-punishable-by-law//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 15 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

La Vita sulla Terra

 

Nazioni Unite – Assemblea Generale – Settantacinquesima sessione - Punto 15 dell'ordine del giorno – Promozione del dialogo interreligioso e interculturale, della comprensione e della cooperazione per la pace

24 novembre 2020 - L'Assemblea Generale (...)

8. Invita gli Stati membri, che hanno la responsabilità primaria di contrastare la discriminazione e l’incitamento all'odio, e tutti gli attori pertinenti, compresi i leader politici e religiosi, a promuovere l’inclusione e l’unità in risposta alla pandemia COVID-19 e a prevenire e parlare e intraprendere un’azione decisa contro razzismo,

xenofobia, incitamento all’odio, violenza, discriminazione (anche sulla base dell’età) e stigmatizzazione;

9. Riafferma il solenne impegno di tutti gli Stati ad adempiere ai propri obblighi e impegni per promuovere il rispetto universale, l’osservanza e la protezione di tutti i diritti umani e delle libertà fondamentali per tutti in conformità con la Carta delle Nazioni Unite, la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo e altri strumenti relativi ai diritti umani e al diritto internazionale, essendo fuori discussione la natura universale di questi diritti e libertà; (...)

15. Incoraggia gli Stati membri a prendere in considerazione, se e ove opportuno, iniziative che individuino aree di azione pratica in tutti i settori e livelli della società per la promozione del dialogo interreligioso e interculturale, della tolleranza, della comprensione e della cooperazione, (...)

https://documents-dds-ny.un.org/doc/UNDOC/LTD/N20/331/80/pdf/N2033180.pdf?OpenElement

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 16 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Pace, Giustizia e Istituzioni Forti

 

Nazioni Unite – Assemblea Generale – Settantacinquesima sessione - Secondo Comitato - Punto 19 (f) dell'ordine del giorno - Attuazione della Convenzione sulla diversità biologica e suo contributo allo sviluppo sostenibile

16 novembre 2020 - L'Assemblea Generale (...)

8. Esorta le parti della Convenzione sulla diversità biologica e tutte le altre parti interessate pertinenti a integrare la biodiversità negli sforzi di risposta e recupero del COVID-19, ad attuare e sostenere pienamente l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e altri obiettivi di sviluppo internazionale, anche rafforzando gli approcci per migliorare resilienza, proteggendo flora e fauna selvatiche e altre specie viventi, invertendo le tendenze del degrado ambientale (...)

11. Esorta le parti della Convenzione sulla diversità biologica a garantire la coerenza e la complementarità di un quadro globale per la biodiversità post-2020 con altri processi internazionali esistenti o futuri, in particolare per quanto riguarda l’Agenda 2030, l’accordo di Parigi e altri processi e quadri correlati e strategie (...)

16. Sottolinea l’importanza di integrare la biodiversità per raggiungere gli obiettivi della Convenzione, il Piano strategico per la biodiversità 2011-2020, gli obiettivi di biodiversità di Aichi e la Visione 2050 per la biodiversità al fine di realizzare il cambiamento trasformazionale richiesto in tutte le società e le economie (...)

https://documents-dds-ny.un.org/doc/UNDOC/LTD/N20/315/99/pdf/N2031599.pdf?OpenElement

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 13 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Agire per il Clima

 

Nazioni Unite – Assemblea Generale – Settantacinquesima sessione - Secondo Comitato - Punto 22 (a) dell'ordine del giorno - Verso un nuovo ordine economico internazionale

11 novembre 2020 – L’Assemblea Generale (...)

2. Rileva che l’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, l’agenda d’azione di Addis Abeba della terza conferenza internazionale sul finanziamento dello sviluppo e l’accordo di Parigi adottati nell’ambito della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici portano avanti molte delle idee e delle raccomandazioni della Dichiarazione sull’istituzione di un nuovo ordine economico internazionale e del Programma d’azione per l’istituzione di un nuovo ordine economico internazionale; (...)

4. Ribadisce che gli Stati sono fortemente sollecitati ad astenersi dal promulgare e applicare misure unilaterali economiche, finanziarie o commerciali non conformi al diritto internazionale e alla Carta delle Nazioni Unite che impediscano il pieno raggiungimento dello sviluppo economico e sociale, in particolare nei Paesi in via di sviluppo; (...)

12. Sottolinea la necessità di esplorare i mezzi e gli strumenti necessari per raggiungere la sostenibilità del debito e le misure necessarie per ridurre l’indebitamento dei Paesi in via di sviluppo; (...)

https://documents-dds-ny.un.org/doc/UNDOC/LTD/N20/307/61/pdf/N2030761.pdf?OpenElement

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 8 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Lavoro dignitoso e Crescita economica

 

DECISIONE (PESC) 2020/1656 DEL CONSIGLIO del 6 novembre 2020 sul sostegno dell’Unione europea alle attività svolte dall’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) nei settori della sicurezza nucleare e nel Quadro dell’attuazione della strategia dell’UE contro la proliferazione delle armi di distruzione di massa

9 novembre 2020 – Il Consiglio dell’Unione Europea (…) ha adottato la presente decisione:

Articolo 1

1.   Al fine di continuare ad attuare in modo efficace la strategia, l’Unione sostiene le attività dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) volte a:

a) contribuire agli sforzi profusi a livello mondiale per conseguire un’efficace sicurezza nucleare, definendo orientamenti globali in materia di sicurezza nucleare e, su richiesta, promuovendone l’utilizzo mediante valutazioni inter pares, servizi di consulenza e sviluppo di capacità, tra cui attività di istruzione e formazione;

b) fornire assistenza relativamente al rispetto degli strumenti giuridici internazionali pertinenti e alla loro attuazione nonché per rafforzare la cooperazione internazionale e il coordinamento dell’assistenza; e

c) sostenere il mandato dell’AIEA di svolgere un ruolo centrale e rafforzare la cooperazione internazionale in materia di sicurezza nucleare, in risposta alle priorità degli Stati membri espresse nelle decisioni e nelle risoluzioni degli organi direttivi dell’AIEA.

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/TXT/?uri=uriserv%3AOJ.LI.2020.372.01.0004.01.ENG&toc=OJ%3AL%3A2020%3A372I%3ATOC

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 16 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Pace, Giustizia e Istituzioni Forti

 

 

Diritti umani

(top)

 

72 ° Anniversario della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo

(di David Andersson)

9 dicembre 2020 – Il 10 dicembre 2020 è il 72 ° anniversario dell’adozione della Dichiarazione universale dei diritti umani delle Nazioni Unite. Il documento è una testimonianza potente e piena di speranza della convinzione che tutte le persone sul nostro pianeta dovrebbero avere accesso ai diritti umani fondamentali, compresa la protezione secondo la legge, la libertà di pensiero e di espressione, il diritto all'istruzione e il diritto a un tenore di vita adeguato.

https://www.pressenza.com/2020/12/72nd-anniversary-of-the-universal-declaration-of-human-rights//

 

Verso un’economia basata sui diritti: mettere al primo posto le persone e il pianeta

9 dicembre 2020 - Un rapporto congiunto del Centro per i diritti economici e sociali (CESR) e Christian Aid pone una domanda radicale: come sarebbe avere un’economia basata sui diritti umani? La scelta tra le persone o l’economia è diventata un tema ricorrente nei dibattiti politici in questo periodo in cui il mondo è alle prese con la pandemia di COVID-19. I politici nel Regno Unito rifiutano un piano di pasti scolastici gratuiti perché “distruggerebbe” l'economia e aumenterebbe la “dipendenza”. Questa dicotomia “persone contro economia” è completamente sbagliata e trascura una verità fondamentale: le persone sono l'economia, non esiste economia sana senza una popolazione sana in cui tutti possano godere dei propri diritti socioeconomici, come ad esempio la casa, il cibo, l'istruzione e un lavoro dignitoso.

https://www.sharing.org/information-centre/reports/towards-rights-based-economy-putting-people-and-planet-first//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 8 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Lavoro dignitoso e Crescita economica

Giornalismo senza paura o favori

5 dicembre 2020 - L’epidemia ancora in corso di COVID-19 ha reso ancora più chiara l’importanza di poter accedere ad informazioni affidabili ed imparziali in tempi di crisi – e di media indipendenti quali fonti di tali informazioni. Tuttavia la libertà dei media è sotto attacco in molti paesi di tutto il mondo ed i giornalisti sono soggetti a molestie, repressione e violenza. La World Press Freedom Conference 2020 (WPFC) vuole lottare per media liberi, sicuri ed indipendenti e proteggere il giornalismo da forme nuove e preesistenti di controllo indesiderato, pressioni ed influenze. La WPFC è co-ospitata dall’UNESCO e dal Regno dei Paesi Bassi ed avrà luogo il 9 e il 10 dicembre 2020 in una forma nuova ed innovativa, che fonde elementi digitali e in presenza. Riunirà giornalisti, media company, difensori dei diritti umani, membri della magistratura, responsabili politici, accademici, giovani ed ONG di tutto il mondo ed è aperta a chiunque, ovunque, sia interessato alla libertà di stampa. RNW Media è orgoglioso di partecipare in diversi modi alla WPFC.

https://www.pressenza.com/2020/12/journalism-without-fear-or-favour//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 16 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Pace, Giustizia e Istituzioni Forti

 

Città per la vita 2020: accendi la tua città per dire "no alla pena di morte"

30 novembre 2020 - Stasera, dal Colosseo a Roma a centinaia di città in tutto il mondo.  Il 30 novembre 1786, per la prima volta, la pena di morte è stata abolita in uno stato, il Granducato di Toscana. Da allora, sono stati fatti molti progressi sulla strada verso l’abolizione della pena capitale nel mondo. Tuttavia si può e si deve farne ancora altrettanti per combattere questo strumento disumano ed inutile, poiché non agisce da deterrente e riduce gli stati a meri perpetratori di ingiustizie. Oggi, al termine del Webinar #stand4humanity, il monumento più famoso di Roma verrà eccezionalmente illuminato da uno spettacolare set di video-mapping. Già in questi giorni, però, più di 2.300 città in tutto il mondo stanno scegliendo un monumento importante da illuminare in un modo speciale, per renderlo un “logo vivente” dell’impegno della gente per un mondo senza pena di morte. Si tratta di una grande mobilitazione mondiale, in modo che la gente non dimentichi che ci sono ancora paesi che mantengono questa pena crudele e disumana. Vuole dimostrare che esiste una forma di giustizia più alta e civilizzata, capace di abbandonare per sempre la pena capitale.

https://www.santegidio.org/pageID/30284/langID/en/itemID/39316/Cities-for-life-2020-light-up-your-city-to-say-no-to-the-death-penalty.html//

 

Amnesty International lancia app gratuita sull’educazione ai diritti umani per formare la prossima generazione di attivisti

26 novembre 2020 - Amnesty International ha lanciato Amnesty Academy, un’app gratuita sull’educazione ai diritti umani, per formare la prossima generazione di difensori dei diritti umani su una serie di tematiche tra cui la libertà di espressione, i diritti alla sicurezza digitale e i diritti delle popolazioni indigene.  Utenti di tutto il mondo potranno accedere a lezioni che dureranno da 15 minuti a 3 ore, disponibili in più di 20 lingue. Tutti i corsi potranno essere scaricati sull’app, che è disponibile per device iOS e Android, per essere poi seguiti offline.

https://cpnn-world.org/new/?p=21992&utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=amnesty-international-launches-free-human-rights-education-app-to-educate-next-generation-of-activists//

 

Libertà di pensiero, coscienza, religione e credo

(di Rene Wadlow)

25 Novembre 2020 - Il 25 novembre ricorre l’anniversario dell’adozione della Dichiarazione delle Nazioni Unite sull’eliminazione di tutte le forme d’intolleranza e di discriminazione fondate sulla religione o il credo. La Dichiarazione del 25 novembre 1981 si fonda sull’Articolo 18 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, la quale sancisce che “Ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione; tale diritto include la libertà di cambiare religione o credo, e la libertà di manifestare, individualmente o in comune, e sia in pubblico che in privato, la propria religione o il proprio credo nell’insegnamento, nelle pratiche, nel culto e nell’osservanza dei riti”. La stesura della Dichiarazione ha richiesto quasi 20 anni di complesse trattative: la fase di preparazione del documento è cominciata nel 1962.  Il documento sottolinea che la libertà di pensiero, coscienza, religione o credo e l’eliminazione di tutte le forme d’intolleranza e di discriminazione fondate sulla religione o il credo sono senza alcun dubbio di carattere fondamentale e scaturiscono dalla dignità e dal valore intrinseco dell’essere umano. Eppure, la graduale evoluzione delle norme dell’ONU sulla questione della libertà religiosa è stata un processo complesso.

https://www.pressenza.com/it/2020/11/liberta-di-pensiero-coscienza-religione-e-credo//

 

 

Economia e sviluppo

(top)

 

WASHINGTON - Impact investors di spicco, esperti idrici lanciano la Borsa dell’Acqua

1 dicembre 2020-  Milioni di persone negli USA non hanno accesso a servizi sicuri, affidabili e sostenibili di acqua potabile e di scarico. Per affrontare questa sfida è stata lanciata una nuova piattaforma no-profit, la Water Finance Exchange (WFX), per aumentare gli investimenti nelle infrastrutture idriche e di scarico del paese che stanno invecchiando, e per contribuire a soddisfare le crescenti esigenze e carenze di fondi delle utenze medie e piccole degli USA. I finanziamenti iniziali per WFX sono stati forniti da impact investors di spicco, Lyda Hill Philanthropies e Water Funder Initiative. La vision di WFX prevede di colmare la crescente carenza di fondi per l’acqua combinando finanziamenti pubblici e privati con sovvenzioni filantropiche per aiutare le comunità a sviluppare sistemi idrici e di scarico sicuri e sostenibili. WFX contribuirà a distruggere le barriere finanziarie e strutturali che hanno storicamente ostacolato i finanziamenti idrici, collaborando con le comunità per fornire non solo finanziamenti supplementari, ma anche l’esperienza necessaria per accelerare su larga scala gli investimenti nell’infrastruttura idrica e di scarico. Per poter affrontare i crescenti bisogni delle comunità rurali, WFX ha collaborato con CoBank, con la Rural Community Assistance Partnership e la Rural Community Assistance Corporation per creare un fondo di pre-sviluppo per le comunità rurali che servirà da catalizzatore per ulteriori progetti finanziabili nell’America rurale.

https://www.csrwire.com/press_releases/708861-leading-impact-investors-water-experts-launch-water-finance-exchange

 

Economy of Francesco: come il sogno dei giovani si fa realtà

(di Luca Collodi e Gabriella Ceraso)

23 Novembre 2020 - Non è facile realizzare quanto i giovani di tutto il mondo hanno chiesto al termine dell'appuntamento di Assisi, dove hanno preso le parti dei più fragili, di chi subisce diseguaglianze e ingiustizie e hanno detto "basta!" in nome di un sistema socio economico di cui vogliono essere i primi costruttori. No alle diseguaglianze, no a politiche disumane che fiaccano i più deboli, no alle economie di prevaricazione e alla finanza predatoria: risuonano ancora forti le richieste dei giovani rivolte sabato scorso da Assisi a cittadini, economisti e politici al termine di Economy of Francesco. Uno sguardo lungo e profetico ma non utopistico. Come si può avverare?

https://www.vaticannews.va/it/vaticano/news/2020-11/economy-of-francesco-bilancio-paolo-benanti.html//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 8 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Lavoro dignitoso e Crescita economica

 

Nuova alleanza per promuovere il contributo di bambù e rattan allo sviluppo sostenibile

18 novembre 2020, Roma - Oggi l'Organizzazione Internazionale del Bambù e del Rattan (INBAR) e l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura hanno firmato una nuova partnership quinquennale che punta ad aumentare i vantaggi e le opportunità che queste piante tropicali a crescita rapida offrono, come la riduzione della povertà rurale, l'aumento della cattura e del sequestro del carbonio, la promozione della biodiversità, il ripristino del suolo e l'inverdimento del settore edile in tutto il mondo. La nuova partnership si è realizzata velocemente a causa dell'urgenza della pandemia COVID-19. Una task force composta da circa 30 esperti della FAO e dell'INBAR ha già tenuto la sua prima riunione per rendere operativo un piano di lavoro fino al 2022. Il bambù e il rattan crescono localmente in alcune delle comunità più povere del mondo, nelle zone tropicali e subtropicali, e le loro caratteristiche speciali si adattano bene ai piani di sviluppo sostenibili: sono in grado di fornire un'alternativa a rapido rinnovamento rispetto al combustibile a legname nonché dei materiali da costruzione all'avanguardia per sostituire quelli ad alta intensità di emissioni come acciaio, plastica e cemento. Si prevedono ulteriori nuovi usi che includono le pale delle turbine eoliche e le fusoliere dei treni ad alta velocità. Il rattan, un membro della famiglia delle palme, cresce come una corda ed è ampiamente utilizzato per realizzare oggetti intrecciati, mobili, ceste e gabbie per uccelli; è in fase di sperimentazione il suo utilizzo come base per il materiale di sostituzione ossea. Come il bambù, cresce velocemente e ricresce dopo il raccolto, creando una fonte di reddito sostenibile ad azione rapida.  

http://www.fao.org/news/story/en/item/1330718/icode/

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 12 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Consumo e Produzione responsabili

 

 

Solidarietà

(top)

 

I dati di Benevity mostrano che nel 2020 più persone hanno donato più soldi alle organizzazioni no profit rispetto allo scorso anno

8 dicembre 2020 - Spinti dalla pandemia COVID-19 e da molteplici casi di ingiustizia razziale, nel 2020 il 51% di persone in più ha donato attraverso programmi con finalità sociali e ha donato in media il 41% in più rispetto al passato. Benevity, Inc., il principale fornitore di software per programmi con scopi sociali a livello globale, oggi ha annunciato che il 51% di persone in più ha donato tramite la sua piattaforma nel periodo da gennaio a ottobre 2020, dando il 41% di dollari in più a donazione, per arrivare a una media di 64 dollari a donazione rispetto ai 46 dollari dell'anno prima. Nei primi dieci mesi del 2020, i dipendenti e i clienti aziendali di Benevity hanno donato 500 milioni di dollari dai propri fondi attraverso Benevity - un aumento del 76% rispetto allo scorso anno - indicando un crescente desiderio da parte di più persone ad intraprendere azioni personali per supportare questioni sociali critiche.

https://www.csrwire.com/press_releases/709026-benevity-data-shows-more-people-gave-more-money-nonprofits-2020-they-did-last//

 

La FAO e i suoi partner sostengono sistemi alimentari inclusivi per combattere la povertà rurale

2 dicembre 2020 - Le implicazioni della trasformazione dei sistemi agroalimentari per il sostentamento delle popolazioni rurali nell'era COVID-19 sono state al centro di un evento di alto livello tenutosi oggi, co-organizzato dalla FAO, il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD), il Programma Alimentare Mondiale (WFP) e il Dipartimento degli Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite (DESA), in collaborazione con la Missione Permanente della Repubblica Popolare Cinese alle Nazioni Unite e la Delegazione dell'Unione Europea alle Nazioni Unite (ONU). L'evento "Trasformare i sistemi agroalimentari e promuovere lo sviluppo rurale inclusivo nel contesto del COVID-19 per porre fine alla povertà rurale" si è tenuto virtualmente, a margine della Sessione Speciale dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite in risposta alla pandemia COVID-19. I partecipanti hanno sottolineato il ruolo chiave dell'agricoltura nella trasformazione dell'economia, per garantire la sicurezza alimentare e la nutrizione e per porre fine alla povertà estrema.

http://www.fao.org/news/story/en/item/1334921/icode//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 10 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Ridurre le disuguaglianze

 

La Norvegia offre un contributo volontario di 33 milioni di dollari al lavoro dell'UNESCO

1 dicembre 2020 - La Norvegia contribuirà con circa 316 milioni di corone norvegesi (33 milioni di dollari USA) all'azione dell'UNESCO per il biennio 2020-2021 nei settori dell'istruzione, della salvaguardia del patrimonio culturale, della protezione e della gestione sostenibile degli oceani, del sostegno alla libertà di espressione, della sicurezza dei giornalisti e della libertà artistica. A tal fine sono stati firmati due straordinari accordi di collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri norvegese e l'Agenzia Norvegese per la Cooperazione allo Sviluppo (NORAD). Questo eccezionale sostegno alle aree prioritarie dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura rappresenta un grande aumento dei contributi volontari della Norvegia all'Organizzazione rispetto agli anni precedenti; dimostra una duratura fiducia tra le due parti, fondata su valori comuni.   

https://en.unesco.org/news/norway-offers-voluntary-contribution-33-million-unescos-action//

 

La Fondazione Baker Hughes contribuisce con 250.000 dollari a favore della Conservazione della Natura per Soluzioni Climatiche Basate sulla Natura

1 dicembre 2020 - La Baker Hughes Foundation ha annunciato una sovvenzione di 250.000 dollari alla Conservazione della Natura per Soluzioni Climatiche Basate sulla Natura nei fragili ecosistemi "dell'ultima possibilità [1]" in Indonesia. I fondi contribuiranno alla riduzione delle emissioni di carbonio e aiuteranno a sequestrare gli stock di carbonio attraverso l'attuazione di standard di disboscamento a impatto ridotto (RIL-C [2]) e altri programmi nelle province del Kalimantan orientale e del Kalimantan settentrionale. L'Indonesia è stata scelta come destinataria della sovvenzione in quanto ospita una delle più alte biodiversità al mondo e offre alcune delle opportunità per la mitigazione del clima basate sulla natura più convenienti al mondo. Baker Hughes gestisce importanti operazioni commerciali e di servizio in Indonesia, con più di 800 dipendenti.   

https://www.csrwire.com/press_releases/708806-baker-hughes-foundation-contributes-250000-nature-conservancy-nature-based//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 15 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

La Vita sulla Terra

 

L'Unione Europea fornisce supporto al WFP mentre i siriani affrontano un'insicurezza alimentare senza precedenti

18 novembre 2020, Damasco - Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) accoglie una donazione di 2 milioni di euro da parte dell'Unione Europea (UE) per l'assistenza alimentare mensile alle famiglie siriane che affrontano livelli di fame senza precedenti. La donazione aiuterà i siriani di tutto il paese ma in particolare quelli delle zone del nord-ovest, le più colpite da conflitti, sfollamenti, aumento dei prezzi del cibo e COVID-19. Le famiglie riceveranno un paniere di cibo nutriente mensilmente, in un momento in cui i genitori lottano per permettersi gli alimenti di base. Un record di 9,3 milioni di siriani soffrono di insicurezza alimentare e altri 2,2 milioni sono a rischio in tutto il paese. Le famiglie stanno affrontando molteplici shock aggravati dal COVID-19, compresi i prezzi del cibo che sono i più alti mai registrati. I prodotti alimentari di base sono 2,5 volte più costosi rispetto allo scorso anno e le famiglie altamente vulnerabili dipendono sempre più dal cibo del WFP per sopravvivere. L'UE è un partner vicino e un donatore significativo per le operazioni del WFP in Siria. 

https://www.wfp.org/news/european-union-provides-support-wfp-syrians-face-unprecedented-food-insecurity

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 10 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Ridurre le disuguaglianze

 

 

Pace e sicurezza

(top)

 

Terrorismo 2020: diminuite le stragi nel mondo

(di Martina Tolaro)

8 Dicembre 2020 - Il Global Terrorism Index registra un calo di morti da terrorismo per il quinto anno consecutivo dal picco del 2014. La pandemia da coronavirus ha scombussolato la vita dell’uomo contemporaneo, proiettandolo in una prova di resistenza. In compenso però l’emergenza globale dichiarata lo scorso marzo dall’Oms porta una riduzione dei decessi da terrorismo in tutti i paesi del mondo. L’indice annuale del terrorismo globale, registrato dal think thank dell’Istituto di Economia e Pace (IEP), rivela un calo del 59% di morti da terrorismo, dal 2014 ad oggi, in tutto il globo. Calo riscontrato soprattutto in Paesi come l’Afghanistan e la Nigeria.

https://www.buonenotizie.it/attualita/2020/12/08/terrorismo-2020-diminuite-le-stragi-nel-mondo/m-tolaro//

 

Il Vietnam e le Nazioni Unite convocano una conferenza globale per accelerare l'azione sugli impegni globali concernenti donne, pace e sicurezza

7 dicembre 2020 - Nell'ambito della commemorazione continua dei 25 anni della Piattaforma d'azione di Pechino sull'emancipazione femminile e del 20° anniversario della fondamentale risoluzione 1.325 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite su donne, pace e sicurezza, dignitari di alto livello, diplomatici, leader politici, organizzazioni femminili e praticanti del peacebuilding di tutto il mondo si riuniscono in un evento globale. Il Vietnam, membro non permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (2020-2021), ospiterà il 7-9 dicembre 2020 una conferenza internazionale su donne, pace e sicurezza dal titolo Rafforzare il ruolo delle donne nella costruzione e nel sostegno della pace: dagli impegni ai risultati. La conferenza è organizzata dal governo del Vietnam in collaborazione con le Nazioni Unite, guidata da UN Women e dall'Ufficio del coordinatore residente delle Nazioni Unite in Vietnam e in supporto agli Stati membri.

https://www.unwomen.org/en/news/stories/2020/12/press-release-viet-nam-and-un-convene-global-conference-on-women-peace-and-security//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 16 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Pace, Giustizia e Istituzioni Forti

 

Cultura della pace: Oyem, Gabon, ospita il progetto transfrontaliero “giovani tessitori di pace in Centrafrica”

6 dicembre 2020 - A seguito di una missione esplorativa nella provincia di Woleu-Ntem recentemente guidata da Salah Kaled, Direttore Regionale Unesco per l'Africa Centrale e Rappresentante ad interim, dell'Ufficio Unesco in Gabon, Oyem è stata scelta per ospitare la futura sede del progetto dal titolo “Giovani persone tessitrici di pace nelle regioni transfrontaliere di Gabon, Camerun e Ciad”. Il progetto ha lo scopo di contrastare l'insicurezza e la crescente criminalità ai confini dei tre paesi.

https://cpnn-world.org/new/?p=22224&utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=culture-of-peace-oyem-gabon-to-host-the-cross-border-project-young-weavers-of-peace-in-central-africa//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 16 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Pace, Giustizia e Istituzioni Forti

 

La Paz, Baja California Sur, Messico: Formazione di insegnanti di scuola primaria sulla cultura della pace

(di Karina Lizárraga)

4 dicembre 2020 - Più di 1.500 insegnanti di scuola materna, primaria e secondaria dei cinque comuni della Baja California Sur hanno partecipato tramite zoom al seminario denominato: "Educazione socio-emotiva, partecipazione di bambini e adolescenti e cultura della pace nelle scuole messicane", secondo il direttore generale dell'istruzione di base del Ministero della pubblica istruzione. Il funzionario ha affermato che questa formazione aveva l'obiettivo di offrire risorse pedagogiche per lo sviluppo delle capacità socio-emotive e la partecipazione degli studenti alla cultura della pace, un'azione volta a promuovere la costruzione di una convivenza inclusiva e democratica, per la protezione dalla pandemia, nonché per il rientro in aula una volta determinato dalle autorità sanitarie.

https://cpnn-world.org/new/?p=22150&utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=la-paz-baja-california-sur-mexico-training-of-basic-education-teachers-on-the-culture-of-peace//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 16 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Pace, Giustizia e Istituzioni Forti

 

Educazione alla pace e alla non violenza in tempi di crisi

(di Pía Figueroa)

21 novembre 2020 - Doris Balvín, ricercatrice senior presso il New Civilization Humanist Studies Center di Lima, Perù, e specialista in ecologia sociale, ha parlato con Pressenza di istruzione alla pace e alla non violenza in tempi di crisi sociale ed ecologica.

Pressenza: L'istruzione può contribuire a costruire la pace e la non violenza in questi tempi di crisi sociale ed ecologica?

D.B.: In effetti, per il New Civilization Center for Humanist Studies, l'istruzione è una questione centrale perché riguarda l'essenza dell'umanità. L'apprendimento è l'espressione più preziosa dell'intenzione umana lanciata per completare l'oggetto della sua ricerca. Perché quando questo atto intenzionale trova la risposta, produce soddisfazione e libera energia per poter lanciare il prossimo tentativo di ricerca. Come esseri umani, facciamo parte di quella costruzione dell'apprendimento personale e collettivo che ci hanno lasciato coloro che ci hanno preceduto nel corso della storia umana.

Guardando all'istruzione in questo modo, questa è vita, trasformazione, futuro aperto e, soprattutto, costruzione collettiva di una società che aspira a diventare espressione delle migliori intenzioni degli esseri umani.

https://www.pressenza.com/2020/11/education-for-peace-and-non-violence-in-times-of-crisis//

 

 

Salute

(top)

 

L’OMS annuncia lo sviluppo di nuove linee guida nei test dell’Epatite C

7 dicembre 2020 - L'OMS ha pubblicato nuovi dettagli sull'appartenenza al Gruppo di Sviluppo delle Linee Guida (GDG) per lo sviluppo di nuove direttive sull'auto-test dell'epatite C nel 2021. La riunione del GDG si terrà dal 18 al 19 febbraio 2021 e si concentrerà sulla revisione delle ultime prove sull'auto-test dell'epatite C. Lo scopo della riunione è quello di esaminare le prove, quindi fornire raccomandazioni e orientamenti sull'autotest dell'epatite C. In linea con la politica dell'OMS in materia di conflitto di interessi, i cittadini e le organizzazioni interessate possono accedere alle biografie dei membri GDG proposti e informare l'OMS delle loro opinioni al riguardo. Tutti i commenti devono essere inviati via e-mail hiv-aids@who.int entro il 21 dicembre 2020. 

https://www.who.int/news/item/07-12-2020-who-announces-development-of-new-guidance-on-hepatitis-c-self-testing//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 3 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Salute e Benessere

 

L’Unione Europea e l’Unione Afriana siglano una collaborazione per incrementare la preparazione alle emergenze sanitarie

7 dicembre 2020 - Il Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (ECDC) e i Centri africani per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (Africa CDC) hanno lanciato una nuova iniziativa di partenariato per rafforzare la capacità della CDC africana di prepararsi e rispondere alle minacce per la salute pubblica in Africa. Il progetto quadriennale "EU for health security in Africa: ECDC for Africa CDC", finanziato dall'UE, faciliterà inoltre la sorveglianza armonizzata e l'informazione sulle malattie e sosterrà l'attuazione della strategia della forza lavoro per la sanità pubblica dell'Africa CDC.

https://reliefweb.int/report/world/european-union-and-african-union-sign-partnership-scale-preparedness-health-emergencies//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 3 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Salute e Benessere

 

Vaccino COVID-19: Assicurare che le persone coinvolte in un conflitto armato non vengano dimenticate

2 dicembre 2020, Ginevra (ICRC) – Mentre i vaccini contro il COVID-19 diventano disponibili, il Comitato Internazionale della Croce Rossa (ICRC) spera di assicurare che le persone coinvolte da conflitti e violenze che potrebbero comunque essere forzate nelle retrovie o complessivamente dimenticati, abbiano anche un equo accesso al vaccino. Per le persone che vivono nelle aree di conflitto, l’accesso ai servizi sanitari di base rappresenta spesso una sfida o è impossibile. Queste popolazioni sono realmente vulnerabili al COVID-19 e meritano di essere protette da questa grave minaccia per la salute. In aggiunta, l’ICRC stima che più di 60 milioni di persone vivano in aree controllate da gruppi armati non statali che rischiano di non essere incluse in un quadro di distribuzione nazionale del vaccino. Le comunità marginalizzate, compresi i profughi interni, gli emigranti, coloro che cercano asilo e i detenuti, devono essere pure inclusi nei programmi vaccinali nazionali e venire riconosciuti come persone in stato di necessità della protezione sanitaria che il vaccino fornirà. (…) Insieme alla Federazione Internazionale della Croce Rossa e delle Società della Mezzaluna Rossa (IFRC), l’ICRC sosterrà le Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa mentre svolgeranno un ruolo primario nel portare a termine i programmi di vaccinazione e mentre distribuiranno il vaccino contro il COVID nei loro rispettivi Paesi.

https://www.icrc.org/en/document/covid-19-vaccine-ensuring-people-affected-armed-conflict-are-not-forgotten

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 3 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Salute e Benessere

 

Le società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa riportano un massiccio incremento nel numero dei volontari in risposta al COVID-19

2 dicembre 2020, Ginevra – Centinaia di migliaia di nuovi volontari in tutto il mondo si sono uniti quest'anno alla loro Croce Rossa Nazionale e alla Società della Mezzaluna Rossa, fornendo supporto vitale alle loro comunità locali durante la pandemia di COVID-19. Aumenti diffusi sono stati segnalati in tutta la rete della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, con alcuni dei dati più alti segnalati dalla Croce Rossa Americana (78.000 nuove iscrizioni), dalla Croce Rossa Italiana (quasi 60.000 nuove iscrizioni nell'ambito della sua iniziativa 'Time of Kindness') la Croce Rossa olandese (48.000 nuove iscrizioni alla loro rete di aiuti ai cittadini Ready2Help) e la Croce Rossa keniota (35.000 nuove iscrizioni). Volontari nuovi e di lunga data hanno dedicato il loro tempo ad attività di risposta al COVID-19 ad ampio raggio, tra cui: fornire cibo essenziale e articoli medici; trasporto dei pazienti in strutture sanitarie; supporto con test e tracciamento dei contatti; fornire sostegno psicosociale alle persone vulnerabili e in quarantena; distribuzione di dispositivi di protezione individuale (DPI); e fornendo informazioni sanitarie affidabili e accurate alle loro comunità(...)

https://media.ifrc.org/ifrc/press-release/red-cross-red-crescent-societies-report-massive-surge-volunteer-numbers-response-covid-19/ 

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 3 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Salute e Benessere

 

Come raccogliere i benefici del cibo come medicina

(di Busani Bafana)

2 dicembre 2020 - COVID-19 ha amplificato l'insicurezza alimentare globale e sta spingendo verso un'alimentazione malsana e peggiorando la malnutrizione, dicono gli esperti alimentari. Hanno chiesto di deliberare investimenti globali nel cibo come medicina sulla base della crescita delle malattie legate all'alimentazione. Il famoso medico greco Ippocrate predisse il futuro del cibo. Gli è attribuito di aver detto: "Che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo". COVID-19 ha promosso la discussione sul cibo come medicina nell'agenda mondiale poiché sempre più persone stanno prestando attenzione alla loro salute e sempre più a ciò che mangiano.

http://www.ipsnews.net/2020/12/reap-benefits-food-medicine/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=reap-benefits-food-medicine//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 3 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Salute e Benessere

 

Solidarietà globale per far scomparire la TB e l’HIV

1° dicembre 2020 - Messaggio speciale del Programma Globale sulla Tubercolosi dell'OMS in occasione della Giornata mondiale contro l'AIDS.   Il tema della Giornata mondiale contro l'AIDS di quest'anno è "Solidarietà globale, servizi resilienti". In occasione della riunione ad alto livello delle Nazioni Unite del 2016 sulla fine dell'AIDS, gli Stati membri si sono impegnati a ridurre del 75% i decessi per tubercolosi tra le persone affette da HIV entro il 2020, rispetto al 2010. Le stime per il 2019 indicano che si sono compiuti notevoli progressi con una riduzione del 63%; tuttavia, è improbabile che l'obiettivo per il 2020 venga raggiunto, in particolare nel contesto dell'attuale pandemia di COVID-19.

https://www.who.int/news/item/01-12-2020-global-solidarity-to-end-tb-and-hiv//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 3 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Salute e Benessere

 

 

Energia e sicurezza

(top)

 

Le case scozzesi saranno le prime al mondo a utilizzare l'idrogeno verde al 100%

(di Jillian Ambrose – The Guardian)

30 novembre 2020 – Centinaia di case in Scozia diventeranno presto le prime al mondo a utilizzare idrogeno verde al 100% per riscaldare le proprietà e cucinare i pasti, nell’ambito d’una nuova sperimentazione che potrebbe aiutare le famiglie di tutto il paese a rimpiazzare il gas combustibile fossile. Circa 300 case nel Fife saranno dotate di caldaie a idrogeno, riscaldatori e apparecchi di cottura gratuiti da utilizzare per più di quattro anni nel più grande test programmato per stabilire se l'idrogeno a zero emissioni di carbonio, prodotto utilizzando energia rinnovabile e acqua, potrebbe aiutare a raggiungere gli obiettivi climatici della Gran Bretagna. (...)

https://www.inoreader.com/article/3a9c6e7b83ed3334-scottish-homes-to-be-first-in-world-to-use-100-green-hydrogen

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 12 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Consumo e Produzione responsabili

 

AGENZIA INTERNAZIONALE PER LE ENERGIE RINNOVABILI - IRENA e la Comunità del Pacifico annunciano sforzi congiunti per stimolare la ripresa

27 novembre 2020 – L'Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA) e la Comunità del Pacifico (SPC) lavoreranno insieme per supportare i paesi delle isole del Pacifico nella transizione dei loro sistemi energetici a fonti energetiche rinnovabili; ciò come parte della spinta a sostenere la ripresa post-pandemia. Con circa il 64% dei residenti delle isole del Pacifico che vive senza accesso a un'energia affidabile e gran parte della regione dipendente dalle importazioni di combustibili fossili costose e volatili, IRENA e SPC si concentreranno congiuntamente sulla riduzione dei costi energetici e sul miglioramento della sicurezza energetica, incrementando l'accesso a energie rinnovabili. Il partenariato cercherà di estendere anche alle comunità delle isole del Pacifico gli ampi vantaggi socioeconomici della trasformazione energetica. (...)

https://electricenergyonline.com/news.php?ID=869067&cat=;82&niveauAQ=0

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 12 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Consumo e Produzione responsabili

 

Il rapporto sull'economia circolare del WBCSD lancia l’appello per un cambiamento globale

(di Meghan Sapp)

26 novembre 2020 – In Svizzera il nuovo rapporto Circular Bioeconomy del World Business Council for Sustainable Development promuove il passaggio a una bioeconomia circolare sostenibile, a basse emissioni di carbonio, per cogliere parte dell'opportunità di 7,7 trilioni di dollari identificata nella Guida del CEO alla bioeconomia circolare pubblicata nel novembre 2019. Descrive il business case e l'imperativo della sostenibilità della bioeconomia circolare e presenta approfondimenti in 10 settori industriali che prospettano il maggiore potenziale di crescita grazie alla sostituzione di risorse non rinnovabili con risorse biologiche provenienti da agricoltura, silvicoltura e acquacoltura. Attraverso approfonditi studi di casi, i membri del WBCSD condividono la loro esperienza nell'implementazione di modelli di business della bioeconomia circolare in una serie di settori industriali (...)

https://www.biofuelsdigest.com/bdigest/2020/11/26/wbcsd-circular-economy-report-calls-for-global-shift/

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 11 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Città e Comunità sostenibili

 

WINDEUROPE - L'industria è pronta a realizzare il piano dell'UE per un aumento di 25 volte dell'eolico offshore

20 novembre 2020 – WindEurope accoglie con favore la strategia per le energie rinnovabili offshore presentata oggi dalla Commissione europea. La strategia prevede 300 GW di eolico offshore nell'UE entro il 2050. L'eolico offshore sarà la fonte di elettricità primaria che l'Europa consumerà intorno al 2040 e l'industria eolica europea è pronta a fornirla. Ma rinforzare l'eolico offshore richiede investimenti su larga scala nei porti, nelle reti e nella catena di approvvigionamento. La strategia dell'UE per l'energia rinnovabile offshore determinerà lo sviluppo dell'eolico offshore in Europa per i prossimi 30 anni, che vedrà l'eolico offshore nell'UE crescere da 12 GW attuali a 60 GW entro il 2030 e a 300 GW entro il 2050. (..) Ma l'aumento di 25 volte dell'eolico offshore richiede importanti investimenti in infrastrutture. Sono necessari enormi investimenti nelle connessioni alla rete offshore e anche nel rafforzamento delle reti onshore. E i porti necessitano di 6,5 miliardi di investimenti nei prossimi 10 anni. (…) Per espandere la propria catena di approvvigionamento eolica offshore, l'Europa ha dunque bisogno di una solida politica industriale. (...)

https://electricenergyonline.com/news.php?ID=867703&cat=;141;88&niveauAQ=0

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 9 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Industria, Innovazione e Infrastrutture

 

Come fermare il cambiamento climatico finanziando Global Green New Deal

(Pubblicato originariamente su The Beam del dr. Matthias Kroll, capo economista del World Future Council)

19 novembre 2020 – Con una piccola percentuale dei fondi di recupero COVID-19, le banche centrali potrebbero sostenere la protezione del clima di una portata tale da rendere raggiungibile l'obiettivo di 1,5 ° C. Questo include la ricerca di un percorso verso un Green New Deal globale. La parte centrale di un nuovo accordo è la riduzione di tutte le emissioni di gas serra a un livello in linea con l'obiettivo di 1,5 ° C fissato dall'accordo di Parigi. In primis questo richiede di sostituire i combustibili con le energie rinnovabili (RE). Gli investimenti a livello globale per la “RE-revolution” che creeranno nuovi lavori ecologici e sostenibili per ridurre – fino a farli sparire – i combustibili fossili. Si prevede che questo ridurrà la disoccupazione e che nel prossimo futuro porterà all’aumento dei salari e la riduzione dell’inuguaglianza nell’industria.

https://cleantechnica.com/2020/11/19/how-to-stop-climate-change-by-financing-a-global-green-new-deal/

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 13 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Agire per il Clima

 

 

Ambiente e natura

(top)

 

Regali per le vacanze eco-friendly per bambini e neonati

(di Dawn Hammon)

4 dicembre 2020 – La stagione delle feste è dietro l’angolo. Scambiarsi i regali completa le felici celebrazioni e con i bambini le festività sembrano davvero magiche. Trovare il regalo giusto però può risultare difficile, soprattutto se si cerca di eliminare l’utilizzo della plastica, cercando materiali naturali ed evitando di utilizzare packaging inquinanti. Queste sono alcune idee che faranno sicuramente felici i bambini di ogni età senza impattare negativamente l’ambiente. Buone feste!

https://inhabitat.com/eco-friendly-holiday-gifts-for-babies-and-kids//

 

14 paesi di impegnano per Ocean Sustainability Initiative

3 dicembre 2020 – Mercoledì, i governi responsabili del 40% delle coste del mondo e del 20% della pesca globale hanno annunciato una serie di nuovi impegni che comprendono la più grande iniziativa mondiale per la sostenibilità degli oceani. I quattordici paesi collaborano per controllare una porzione di oceano grande quanto l’Africa si sono impegnati per gestire in modo sostenibile entro il 2025 le proprie acque nazionali e incoraggiano le altre nazioni ad imitarli entro il 2030. In pratica significa che i governi porteranno avanti una serie di strategie, compresa la riduzione delle emissioni delle navi, la riduzione dell’inquinamento marino, l’aumento delle energie rinnovabili offshore e avere un approccio cauto nei confronti delle estrazioni in acque profonde.

https://www.ecowatch.com/ocean-sustainability-initiative-2649122791.html?rebelltitem=2#rebelltitem2//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 14 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

La Vita sott’acqua

 

Ripensare l’energia 2020-2030 – 100% solare, eolica, e alimentati a batterie sono solo l’inizio

(di Sebastian Kennedy)

25 novembre 2020 – Think-tank RethinkX ha pubblicato un rapporto provocatorio affermando che i sistemi 100% solari, eolici e alimentati a batteria (SWB) diventeranno una realtà commerciale in questo decennio e scateneranno profondi cambiamenti non solo nel settore energetico ma in tutta l'economia e la società a grande. La rottura sistemica sarà profonda, decimerà gli operatori storici e aprirà un'attività economica e industriale completamente nuova, inconcepibile con il sistema energetico basato sui combustibili fossili esistente. Il rapporto afferma che i sistemi SWB al 100% non solo sono possibili, ma si riveleranno, di gran lunga, il mezzo più economico ed economico per alimentare la civiltà umana in un prospero 21 ° secolo caratterizzato da abbondanza, uguaglianza e fine di risorse dilaganti sfruttamento che sta alimentando il cambiamento climatico.

https://energycentral.com/c/ec/rethinking-energy-2020-2030-100-solar-wind-and-batteries-just-beginning

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 13 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Agire per il Clima

 

Il Fondo globale per il clima approva un fondo di 160 milioni di dollari per supportare i progetti della FAO

13 novembre 2020, Roma - Il Consiglio del Green Climate Fund (GCF) ha approvato tre nuovi progetti ideati dalla FAO in Argentina, Guatemala e Sudan per un totale di 158,6 milioni di dollari che saranno destinati alla riduzione delle emissioni di gas serra, rafforzare la resilienza ai cambiamenti climatici e combattere la deforestazione. Il direttore generale della FAO QU Dongyu ha posto l’accento sul desiderio della FAO di continuare a lavorare fianco a fianco con il GCF per supportare la trasformazione del sistema alimentare dalla base per il bene della società, dell’ambiente, degli agricoltori e dei consumatori su larga scala. Gli 82 milioni del progetto della FAO verranno investiti per ridurre la deforestazione e il degrado delle foreste e aiuteranno l’Argentina a promuovere il proprio sviluppo sostenibile per raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi. Il nuovo progetto promuoverà la gestione del territorio forestale, la sostenibilità delle foreste da legname e non e il miglioramento della prevenzione e il pronto intervento in caso di incendio. Il progetto RELIVE in Guatemala, con un valore di 66,6 milioni di dollari, aiuterà gli agricoltori vulnerabili nel Dry Corridor ad adattarsi agli impatti dei cambiamenti climatici attraverso pratiche di gestione agricola e idrica resistenti al clima. I piccoli agricoltori impareranno a utilizzare sistemi di informazione climatica migliorati, varietà di colture rinforzate, nonché tecniche di gestione efficiente del suolo e dell'acqua. Il progetto Gums for Adaptation and Mitigation (GAMS) in Sudan è la prima proposta di finanziamento GCF approvata nella regione del Vicino Oriente e del Nord Africa, come la definisce la FAO. Tale proposta mira a migliorare la resilienza dei piccoli agricoltori rurali ai cambiamenti climatici negli stati del nord, ovest e sud del Kordofan attraverso l'agro-forestazione della gomma resistente al clima e il ripristino dei pascoli. Più specificamente, il progetto sosterrà il ripristino di 75.000 ettari di sistemi agroforestali di gomma da masticare per piccoli coltivatori e 50.000 ettari di terreni degradati, migliorando al contempo le catene del valore delle gomme per piccoli coltivatori.

http://www.fao.org/news/story/en/item/1329232/icode/

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 1 Povertà Zero, n. 2 Fame Zero e n. 15 La Vita sulla Terra dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

 

 

Religione e spiritualità

(top)

 

Lettera d'amore alla Terra di Thich Nhat Hanh

(di Thich Nhat Hanh)

1 dicembre 2020 - La terra siamo noi. Noi siamo la terra. Quando ci rendiamo conto che non c'è separazione, dice Thich Nhat Hanh, ci innamoriamo completamente di questo bellissimo pianeta. In questo preciso momento, la terra è sopra di noi, sotto di noi, tutt'intorno a noi e anche dentro di noi. La terra è ovunque. Magari siamo abituati a pensare alla terra solo come al terreno sotto i nostri piedi. Ma l'acqua, il mare, il cielo e tutto ciò che ci circonda proviene dalla terra. Tutto fuori di noi e tutto dentro di noi proviene dalla terra.

https://www.lionsroar.com/thich-nhat-hanhs-love-letter-to-the-earth//

 

Buddismo, Scienza e Compassione

25 novembre 2020 - Cattedrale tibetana Thekchen Chöling, a Dharamsala, stato di Himachal Pradesh, India - Sua Santità il Dalai Lama è stato invitato questa mattina a prender parte a una discussione con i membri del Forum Einstein, una fondazione nello stato di Brandeburgo, in Germania, che opera come laboratorio della mente. La fondazione offre una borsa di studio annuale a giovani pensatori eccezionali che desiderano dar vita a progetti in campi diversi da quelli delle loro ricerche precedenti. I borsisti hanno l’opportunità di abitare nella residenza estiva di Einstein a Caputh con facile accesso alle università e alle istituzioni accademiche di Potsdam e Berlino.

https://www.dalailama.com/news/2020/buddhism-science-and-compassion//

 

Santa Sede: il dialogo interreligioso è la sola via per la pace e la libertà

(di Devin Watkins)

25 novembre 2020 - A Jeddah, in Arabia Saudita, si è svolta la presentazione di un libro dal titolo “La promozione del dialogo interculturale e interreligioso come strumento di pace e fraternità”, iniziativa organizzata dalla Lega Mussulmana Mondiale (World Muslim League) e dall'Università per la Pace delle Nazioni Unite. L'Osservatore Permanente del Vaticano presso le organizzazioni delle Nazioni Unite a Ginevra ha messo in luce tre "fili d'oro" che attraversano il libro: la fratellanza umana, la giustizia e il dialogo come strumento per la pace. Il rappresentante della Santa Sede presso le Nazioni Unite a Ginevra partecipa alla presentazione di un libro sul dialogo interreligioso e afferma che la pace e la vera libertà sono possibili solo se basate sul dialogo.

https://www.vaticannews.va/en/vatican-city/news/2020-11/vatican-saudi-arabia-interreligious-dialogue-fraternity-peace.html//

 

L'Economia di Francesco: “Economia + Fraternità x Sviluppo = Futuro”

(di Linda Bordoni)

19 novembre 2020 - Giovedì 19 novembre si è aperta la manifestazione di tre giorni su “L'Economia di Francesco” con il benvenuto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale e delle autorità civili e religiose di Assisi, cuore pulsante dell'iniziativa globale. Una piattaforma virtuale ha collegato i partecipanti per il lancio dell'evento giovedì pomeriggio, e la città di Assisi al centro di tutta l’iniziativa ha offerto ispirazione, un impareggiabile spirito di fraternità e amore universale, e molto simbolismo su cui porre la pietra miliare di un’economia di comunione. I cosiddetti "artefici del cambiamento" (change-makers) sono giovani economisti, uomini e donne d'affari che propongono modelli virtuosi di imprenditorialità ed esperti di economia e scienze sociali a livello mondiale che si sono riuniti per rispondere all'invito di Papa Francesco a trasformare in realtà la speranza nei diritti delle generazioni future. https://www.vaticannews.va/en/vatican-city/news/2020-11/economy-of-francesco-inauguration-assisi-turkson-sorrentino.html//

 

 

Cultura e educazione

(top)

 

Austria, introduzione dell'etica tra le materie scolastiche

(di Roberta Barbi)

9 Dicembre 2020 - La nuova norma approvata dal governo austriaco prevede che, a partire dal nono anno di istruzione, gli alunni che non partecipano all'educazione religiosa frequentino corsi di etica di due ore settimanali a partire dall'anno scolastico 2021/2022. Questo riguarderà tutti coloro che rinunciano all'educazione religiosa o non la frequentano perché non appartengono ad alcuna confessione. La nuova materia sarà implementata nelle classi superiori delle scuole secondarie generali e professionali.

https://www.vaticannews.va/it/chiesa/news/2020-12/austria-etica-scuola-reazione-vescovi.html//

 

Artisti dell'Asia e dei Caraibi esplorano le opportunità di creare una rete di collaborazione e dar vita a nuovi valori culturali

7 dicembre 2020 - L'incontro, organizzato dal Programma UNESCO Transcultura e dal Collettivo Sud-Sud della Giamaica, ha riunito artisti asiatici e dei Caraibi in un proficuo scambio di idee ed esperienze. L'evento di due giorni ha permesso agli artisti di condividere il loro lavoro con produttori artistici, direttori di festival e manager culturali asiatici attraverso piattaforme virtuali. Artisti e creativi di paesi quali Trinidad e Tobago, Giamaica, Belize, Aruba, Regno Unito, Cina, Giappone, Mongolia e Corea del Sud hanno tenuto una sessione di incontri individuali per discutere dell’opportunità di creare una rete di collaborazione nei settori culturali e creativi. Musicisti, animatori, scrittori, ballerini e artisti hanno indicato festival, piattaforme ed eventi in Asia e nei Caraibi come spazi per il collegamento e la condivisione del proprio lavoro. Hanno concordato nel ricercare un terreno comune e comprendere i reciproci mercati per facilitare tali connessioni. A questo proposito, alcuni di loro hanno proposto di costruire residenze creative per promuovere l'integrazione e gli scambi culturali.

https://en.unesco.org/news/artists-asia-and-caribbean-explore-networking-opportunities-creating-new-cultural-values//

 

Discutere il futuro dei media

7 dicembre 2020 - Tavola rotonda interattiva sul 40 ° anniversario dell'IPDC. Come possiamo rafforzare la vitalità dei media e aiutare il giornalismo professionale a sopravvivere di fronte alle crescenti pressioni economiche? La celebrazione del 40 ° anniversario dell'IPDC ha invitato cinque esperti dei cinque continenti a condividere i loro punti di vista. Hanno discusso le sfide ai modelli di business dei media, il problema della cattura dei media, le minacce da parte delle autorità e le opportunità di cooperazione con le società Internet. IPDC è l'acronimo del Programma internazionale dell'UNESCO per lo sviluppo della comunicazione, che si preoccupa delle gravi sfide che devono affrontare la vitalità dei media, che sono state intensificate dalla crisi economica indotta da COVID in tutto il mondo.

https://en.unesco.org/news/debating-future-media//

 

Imparare a immaginare il futuro: il primo vertice mondiale sull'alfabetizzazione del futuro all'UNESCO

4 dicembre 2020 - L'UNESCO convoca un vertice di alto livello sull'alfabetizzazione futura, previsto tra l’8 e il 12 dicembre, che affronterà direttamente le enormi problematiche che il 2020 ha portato alle immagini del futuro dell'umanità e cercherà di fornire soluzioni pratiche per superare le sfide odierne (…). L'8 dicembre, oltre 5000 partecipanti da tutto il mondo attraverseranno la lobby virtuale del Futures Literacy Summit dell'UNESCO per sperimentare il potere dell'immaginazione umana. Il Summit offre a chiunque abbia un computer e una connessione Internet un'eccezionale esperienza di apprendimento di cinque giorni. Oltre 100 stand ed eventi, che abbracciano una straordinaria gamma di organizzazioni e fonti delle immagini di domani, consentiranno ai partecipanti di impegnarsi direttamente con le proprie capacità di anticipazione. Circa 40 leader mondiali condivideranno il motivo per cui sono convinti che Futures Literacy sia una competenza essenziale per il 21 ° secolo.

https://en.unesco.org/news/learning-envision-future-first-world-summit-futures-literacy-unesco//

 

L'Oréal e l'UNESCO onorano 6 donne scienziate promettenti attraverso il loro programma Levant Young Talents

3 dicembre 2020 - La 7a edizione del programma L'Oréal-UNESCO For Women In Science Levant Young Talents ha premiato il 3 dicembre 2020 sei eccezionali scienziate provenienti da Iraq, Giordania, Libano, Palestina e Repubblica Araba Siriana. L’ edizione 2020 si svolta attraverso un evento online, per il riconoscimento delle promettenti scienziate e del loro contributo alla preziosa ricerca organizzata da L'Oréal Levant, in collaborazione con il Consiglio nazionale per la ricerca scientifica Libano (CNRS-Libano).

https://en.unesco.org/news/loreal-and-unesco-honor-6-promising-women-scientists-through-their-levant-young-talents//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 4 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Istruzione di qualità

 

Ecco come i ragazzi immaginano il futuro dopo il Covid

(di Aurora Amendolagine)

2 dicembre 2020 - Un rapporto Unicef fotografa una generazione resiliente e capace di adattarsi, nonostante tutto. L’emergenza sanitaria ha cambiato le abitudini e gli stili di vita di tutti. Da marzo a maggio i ragazzi si sono ritrovati a non poter uscire di casa e a perdere la propria quotidianità. La scuola e i momenti di socialità si sono spostati nello spazio virtuale, vietando le relazioni interpersonali fondamentali per la crescita. Dagli inizi di giugno, l’Italia ha riaperto i confini e molte delle attività sospese. La fine dell’estate, però, ha segnato il progressivo aggravamento della situazione epidemiologica. Con l’entrata in vigore delle nuove misure per il contenimento del virus, i giovani italiani sono stati costretti a nuove limitazioni di socialità e di formazione. Ma i ragazzi hanno dimostrato una grande resilienza e capacità di adattamento. Infatti gli adolescenti che vivono in Italia si dichiarano mediamente soddisfatti della propria vita, lo afferma il rapporto Unicef “Future We Want – Essere adolescenti ai tempi del Covid 19”. L’indagine, condotta su duemila adolescenti tra i 15 e i 19 anni, analizza come il Covid ha influito sulla percezione che i ragazzi italiani hanno del proprio benessere e della loro vita. La maggior parte degli aspetti di vita valutati raggiungono un buon grado di soddisfazione.

https://www.buonenotizie.it/attualita/2020/12/02/future-we-want-cosi-i-ragazzi-immaginano-il-futuro-dopo-il-covid/amendolagine//

 

 

* * * * * * *

(top)

 

 

 

Good News Agency è pubblicata mensilmente (tranne agosto) con traduzioni a sua cura. Tutti i  numeri precedenti sono disponibili al sito http://www.goodnewsagency.org. Registrazione presso il Tribunale di Roma n. 265-2000 del 20.6.2000. Iscrizione al R.O.C  n. 11060 del 16.2.2005.

Direttore responsabile ed editoriale: Fabio Gatti (fabio.gatti@goodnewsagency.org). Ricerche editoriali: Fabio Gatti, Isabella Strippoli, Elisa Minelli, Salvatore Caruso Motta, Chiara Damilano, Francesco Viglienghi, Carlo Toraldo, Andrea Landriscina, Nazzarena Franco. Traduttori: Silvia Ansaloni, Arianna Ciocca, Eleonora Ferrante, Chiara Gessi, Giuliano Giannone, Pamela Mariotti, Ilaria Nannini, Paolo Pagin, Martina Parovel, Manuela Sassi, Isabella Strippoli, Simona Valesi. Webmaster e copertura media e ONG: Simone Frassanito (simone.frassanito@goodnewsagency.org). 

 

Good News Agency è distribuita gratuitamente nel mondo per via telematica a media e giornalisti redazionali della stampa quotidiana e periodica, della radio e della televisione, a ONG e associazioni di servizio, a scuole superiori e università e ad oltre 26.000 Rotariani.

 

È un servizio di puro volontariato dell’Associazione Culturale dei Triangoli e della Buona Volontà Mondiale, fondata nel 1979, ente morale con D.M. 24-5-1999 pubblicato sulla G.U. n. 135 dell’11-6-1999. L’Associazione opera per lo sviluppo delle coscienze e promuove una cultura della pace nella prospettiva del ‘villaggio globale’ basato sull’unità nella diversità e sulla condivisione.  

L’Associazione ha sede in Roma, Piazzale degli Eroi 8. È iscritta al Registro della Regione Lazio delle associazioni di promozione sociale, alla World Association of Non Governmental Organizations (WANGO) e alla Union of International Associations (UIA).

 

* http://decade-culture-of-peace.org/2010_civil_society_report.pdf Nella sezione A, Organizzazioni Internazionali, pag. 12, il Rapporto dice: “La diffusione e lo scambio dell’informazione di una cultura di pace tramite Internet è diventata il principale strumento per diverse organizzazioni internazionali, tra cui spiccano Culture of Peace News Network, Good News Agency e  Education for Peace Globalnet.”