Notiziario

Per consultare tutti i numeri pubblicati visitare l'archivio

Good News Agency

Nonostante tutto, una cultura di pace sta emergendo in tutti i campi dello sforzo umano

mensile, anno XIX, numero 277 – 15 marzo 2019

 

Good News Agency - l’agenzia delle buone notizie - riporta notizie positive e costruttive da tutto il mondo del volontariato, delle Nazioni Unite, delle organizzazioni non-governative e delle istituzioni impegnate nel miglioramento della qualità della vita, notizie che non si “bruciano” nell’arco di un giorno. È distribuita gratuitamente per via telematica nel mondo a media e giornalisti di redazione, ONG e associazioni di servizio, scuole superiori e università. È un servizio di volontariato dell’Associazione Culturale dei Triangoli e della Buona Volontà Mondiale, ente morale educativo associato al Dipartimento della Pubblica Informazione delle Nazioni Unite. Sostiene il Movimento Globale per la Cultura di Pace. Nel rapporto conclusivo sul progetto del Decennio per una Cultura di Pace (2001-2010) consegnato al Segretario-Generale ONU per la presentazione all'Assemblea Generale), Good News Agency è inclusa tra le tre ONG che svolgono un ruolo importante nel campo della informazione per la promozione di una cultura di pace tramite Internet.*

 

Sommario

Legislazione internazionaleDiritti umaniEconomia e sviluppoSolidarietà

Pace e sicurezzaSaluteEnergia e sicurezzaAmbiente e natura

Religione e spiritualitàCultura e educazione

 

Legislazione internazionale
(top)

 

 

Una nuova legge in Albania fornirà alloggi a basso costo per le sopravvissute alla violenza domestica

5 marzo 2019 - Lo Shelter for Abused Women and Girls fa parte della Rete di monitoraggio contro la violenza di genere, una rete di 48 organizzazioni della società civile in Albania. La creazione della rete è stata facilitata dalle donne delle Nazioni Unite nell'ambito del programma regionale sulla cessazione della violenza contro le donne, finanziato dall'Unione europea. Nel 2018, la rete ha svolto un ruolo significativo nel sostenere le modifiche alla legge "Sulle misure contro la violenza nelle relazioni familiari" e nel proporre un progetto di legge sull'edilizia sociale. Tra i gruppi prioritari per l'edilizia popolare a basso costo, ai sensi della legge sull'assetto sociale approvata nel maggio 2018, ci sono le donne sopravvissute alla violenza domestica, le vittime e alle possibili vittime della tratta di esseri umani e le madri single.

http://www.unwomen.org/en/news/stories/2019/3/feature-story-new-law-in-albania-will-provide-low-cost-housing-for-domestic-violence-survivors

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 5 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite 

Uguaglianza di Genere

 

Copyright: i deputati hanno raggiunto un accordo provvisorio

26 febbraio 2019 - La Commissione giuridica ha approvato martedì la riforma delle norme sul copyright dell'UE provvisoriamente concordata con i ministri dell'UE. L'accordo raggiunto tra i negoziatori dell'UE mira a garantire che i diritti e gli obblighi della legge sul copyright si applichino anche a Internet. I co-legislatori hanno anche cercato di garantire che Internet rimanga uno spazio per la libertà di espressione. Frammenti di articoli di notizie possono quindi continuare a essere condivisi, così come gif e meme. Le misure concordate migliorano le possibilità dei detentori dei diritti, in particolare musicisti, esecutori e autori di sceneggiature, nonché editori di notizie, per negoziare migliori accordi di remunerazione per l'utilizzo delle loro opere presenti su piattaforme internet.

http://www.europarl.europa.eu/news/en/press-room/20190226IPR28811/copyright-meps-back-provisional-agreement

 

ATTI ADOTTATI DAGLI ORGANISMI CREATI DA ACCORDI INTERNAZIONALI – Regolamento n. 83 della Commissione economica per l'Europa delle Nazioni Unite (UNECE) — Disposizioni uniformi relative all'omologazione dei veicoli per quanto riguarda le emissioni inquinanti in base al carburante utilizzato dal motore [2019/253]

15 febbraio 2019 - 1. AMBITO DI APPLICAZIONE - Il presente regolamento stabilisce le prescrizioni tecniche per l'omologazione dei veicoli a motore. Il presente regolamento stabilisce inoltre le regole legate alla conformità in servizio, alla durata dei dispositivi antinquinamento e ai sistemi diagnostici di bordo (OBD).

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/TXT/?uri=uriserv:OJ.L_.2019.045.01.0001.01.ENG&toc=OJ:L:2019:045:TOC

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 12 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite 

Consumo e Produzione responsabili

 

DECISIONE (UE) 2019/236 DELLA COMMISSIONE del 7 febbraio 2019 che stabilisce le norme interne per la comunicazione di informazioni agli interessati e la limitazione di alcuni dei loro diritti nell'ambito del trattamento di dati personali da parte della Commissione europea ai fini della sicurezza interna delle istituzioni dell'Unione

8 febbraio 2019 – Articolo 1 - Oggetto e ambito di applicazione

1.   La presente decisione stabilisce le norme che la Commissione deve rispettare per informare gli interessati del trattamento dei loro dati conformemente agli articoli 14, 15 e 16 del regolamento (UE) 2018/1725, nell'ambito dello svolgimento dell'insieme dei suoi compiti a norma della decisione (UE, Euratom) 2015/443.

Essa stabilisce inoltre le condizioni alle quali la Commissione può limitare l'applicazione degli articoli 4, da 14 a 17, 19, 20 e 35 del regolamento (UE) 2018/1725, conformemente all'articolo 25, paragrafo 1, lettere c), d) e h), di tale regolamento.

2.   La presente decisione si applica al trattamento di dati personali da parte della Commissione ai fini delle attività o in relazione alle attività da essa svolte per garantire la sicurezza delle persone, delle risorse e delle informazioni alla Commissione a norma della decisione (UE, Euratom) 2015/443.

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/TXT/?uri=uriserv:OJ.L_.2019.037.01.0144.01.ENG&toc=OJ:L:2019:037:TOC

 

Nuovo accordo che rafforza il lavoro delle Nazioni Unite sulle osservazioni oceaniche, sulla ricerca e sui servizi

8 febbraio 2019 - Ginevra: in una riunione dell'UN Oceans (l’organismo di coordinamento tra agenzie delle Nazioni Unite per le questioni oceaniche) l'Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM) e la Commissione Oceanografica Intergovernativa (IOC) dell'UNESCO hanno firmato un nuovo accordo per rafforzare la collaborazione tra le due organizzazioni in materia di osservazione dell'oceano e servizi connessi. (...) Il Decennio della Scienza oceanica si terrà dal 2021 al 2030 ed è un programma cooperativo di scienza oceanica per migliorare l'efficace gestione degli oceani, la gestione e lo sviluppo sostenibile.

https://en.unesco.org/news/new-agreement-bolsters-work-ocean-observations-research-and-services

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 14 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite 

La Vita sott’acqua

 

L'accordo di libero scambio UE-Singapore ottiene il via libera dal comitato per il commercio

24 gennaio 2019 - Gli eurodeputati della Commissione per il Commercio si sono accordati giovedì per l'accordo di libero scambio UE-Singapore, un primo passo verso la cooperazione tra l'UE e l'Asia sudorientale. L'accordo eliminerà praticamente tutte le tariffe tra le due parti al più tardi in cinque anni. Libererà gli scambi di servizi, proteggerà i prodotti unici europei e aprirà il mercato degli appalti di Singapore. L'accordo include diritti del lavoro rafforzati e protezione ambientale.

http://www.europarl.europa.eu/news/en/press-room/20190124IPR24202/eu-singapore-free-trade-deal-gets-green-light-in-trade-committee

 

 

Diritti umani

(top)

 

L’OCSE incorona la Svizzera come migliore nazione per il rispetto dei diritti delle donne

8 marzo 2019 - La Svizzera, che promuove l'uguaglianza a casa e sul posto di lavoro, si è classificata come miglior Paese per i diritti delle donne secondo quanto si legge in un rapporto di venerdì dell'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE). Danimarca, Svezia, Francia e Portogallo sono i Paesi seguenti nella classifica di 120 nazioni che prende in esame le leggi e le riforme politiche volte ad affrontare la discriminazione di genere.

https://www.reuters.com/article/us-global-women-discrimination/switzerland-ranked-as-best-country-for-womens-rights-oecd-idUSKCN1QP239

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 5 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Uguaglianza di Genere

 

Una lega di donne straordinarie: vere eroine della vita vera

8 marzo 2019 - Nel 1994, i leader globali si sono impegnati a realizzare un mondo migliore e più giusto per le donne.  Alla Conferenza internazionale sulla popolazione e lo sviluppo, i governi hanno convenuto che i paesi devono sostenere il diritto di ogni individuo di fare scelte libere e informate sulla propria salute sessuale e riproduttiva. Questi diritti - che comprendono il diritto alle informazioni sulla salute sessuale, il diritto al più alto livello possibile di assistenza alla salute riproduttiva, l'empowerment e l'autonomia delle donne - sono un prerequisito per raggiungere l'uguaglianza di genere. Eppure, 25 anni dopo, questi diritti non sono stati realizzati per tutte. Più di 200 milioni di donne vogliono evitare la gravidanza, ma non usano una contraccezione sicura ed efficace. Ogni anno, milioni di ragazze rimangono incinte come adolescenti, minando la loro educazione e il loro futuro. Molte di loro sono spose bambine. Una donna o una ragazza muoiono per cause prevenibili legate alla gravidanza ogni due minuti. Ma sta succedendo qualcosa di straordinario: le donne di tutto il mondo si stanno sollevando e combattono per assicurarsi i diritti delle loro amiche e sorelle, anche contadine. Sono eroine della vita reale e i loro sforzi sono un vero e proprio appello.

https://www.unfpa.org/news/league-extraordinary-women-real-life-super-heroes//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 5 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Uguaglianza di Genere

 

L'IFAD lancia una campagna globale per colmare il divario di genere in agricoltura e amplificare le voci delle donne rurali

7 marzo 2019, Roma - In occasione della Giornata internazionale della donna, il Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo delle Nazioni Unite (IFAD) avvierà una campagna volta a colmare il divario di genere in agricoltura, attirando l'attenzione sul contributo spesso trascurato che le donne nei paesi in via di sviluppo sono in grado di dare alle economie rurali e alla vita delle famiglie. La campagna - "Real Groundbreakers" - mira a creare consapevolezza e ad aumentare il sostegno dei governi per gli investimenti tanto necessari. Attraverso la piattaforma digitale della campagna, donne e uomini in tutto il mondo possono solidarizzare con 1,7 miliardi di donne e ragazze rurali, pubblicizzando la necessità di eliminare le disparità di genere nella produzione agricola e garantire che le donne abbiano pari accesso a risorse e opportunità. L'iniziativa di advocacy dell'IFAD si basa sul riconoscimento che le donne costituiscono il 43% della forza lavoro agricola globale, ma hanno meno accesso degli uomini ai finanziamenti, ai diritti sulla terra e agli input che li aiuterebbero a coltivare con maggiore successo e a uscire dalla povertà. Secondo Lo stato dell'alimentazione e dell'agricoltura, dare alle donne lo stesso accesso alle risorse produttive di quanto gli uomini aumenterebbero i loro raccolti agricoli di circa il 20-30%, riducendo il numero di persone affamate fino a 100-150 milioni.

https://www.ifad.org/en/web/latest/news-detail/asset/41067676

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 5 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Uguaglianza di Genere

 

Nuovo toolkit di comunicazione sullo sviluppo della prima infanzia in Kenya

31 gennaio 2019 - Troppo spesso, il sostegno di una causa viene condotto senza la piena comprensione di come il pubblico percepisce le tematiche inerenti. L'incomprensione di un problema può contribuire a una generale mancanza di sostegno pubblico per risolvere tale problema e i messaggi di sensibilizzazione potrebbero non avere successo in quanto non vengono recepiti dall’opinione pubblica. Per quale motivo è importante capire come il pubblico percepisce la necessità di uno sviluppo della prima infanzia? È vitale per le comunità e le principali parti interessate, dal pubblico ai legislatori, valutare lo sviluppo iniziale in modo che i bambini possano prosperare. Identificando i modi per comunicare in modo più efficace l'importanza dello sviluppo della prima infanzia, i sostenitori possono connettersi con successo con la comunità e accelerare i cambiamenti a livello micro e macro. Nel toolkit per le comunicazioni appena pubblicato su on Reframing Early Childhood Development and Learning(in inglese), FrameWorks Institute riassume le recenti ricerche condotte in Kenya e mette in luce le comuni supposizioni pubbliche sullo sviluppo della prima infanzia e sul perché queste ipotesi potrebbero limitare la richiesta pubblica di espandere il sostegno a questi programmi. Fornendo linee guida specifiche su come riformulare e reindirizzare strategicamente le percezioni pubbliche, si sviluppa l’opportunità di approfondire la conoscenza sullo sviluppo precoce dei bambini tra i membri del pubblico keniota e il più ampio campo di sviluppo della prima infanzia.

https://www.hiltonfoundation.org/news/355-new-communications-toolkit-on-early-childhood-development-in-kenya

 

 

Economia e sviluppo

(top)

 

FAO e l'Alleanza Globale per una Migliore Nutrizione aumentano gli sforzi congiunti per raggiungere l'obiettivo di garantire diete sane

8 marzo 2019, Roma - La FAO e l'Alleanza Globale per una Migliore Nutrizione (GAIN) hanno deciso di unire le forze per aumentare la disponibilità e l'accessibilità di cibo nutriente in tutti i paesi in via di sviluppo. La partnership punta ad abilitare sistemi agricoli e alimentari inclusivi ed efficienti, concentrandosi su nuovi approcci che impegnano le piccole e medie imprese (PMI) a promuovere le soluzioni basate sul mercato come strumenti chiave per migliorare la nutrizione. FAO e GAIN lavoreranno insieme per rendere i sistemi alimentari urbani più sensibili alla nutrizione, attraverso il sostegno al Programma GAIN di Governance Urbana per la Nutrizione e all'Agenda Alimentare Urbana della FAO. Attualmente oltre il 50% della popolazione mondiale vive nelle aree urbane e si prevede che salirà al 70% entro il 2050. Questo crea un'enorme sfida per la produzione e la distribuzione del cibo. La sicurezza alimentare e nutrizionale delle popolazioni urbane povere rimane a rischio a causa della volatilità e dei rapidi aumenti dei prezzi dei prodotti alimentari, delle catastrofi naturali e degli effetti dei cambiamenti climatici. Costruire per il futuro dei sistemi alimentari resilienti, integrando le aree rurali e quelle urbane e rafforzando i loro legami, porterà dei benefici sia ai piccoli agricoltori che ai poveri urbani. GAIN, che ha sede in Svizzera, si è impegnata per mantenere la nutrizione nell'agenda globale. Lavorando attraverso le alleanze per rendere i sistemi alimentari più sensibili alla nutrizione, GAIN fornisce supporto tecnico e politico alle principali parti interessate nell'ambito dei sistemi alimentari, come i governi, il settore privato, gli agricoltori e i consumatori.

http://www.fao.org/news/story/en/item/1184468/icode/

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 3 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Salute e Benessere

 

Texas, Invention Education, l’approccio innovativo per preparare gli studenti a essere la nuova forza lavoro del domani, debutta all’SXSW EDU 2019

5 Marzo 2019 – A riconoscimento dell’importanza storica che sta alla base dell’Invention Education, la Fondazione Lemelson, un fondatore leader nell’ambito del progresso a servizio del cambiamento sociale ed economico, si unirà per la prima volta ad altri partner per discutere del nuovo paradigma educativo durante l’SXSW EDU 2019, che si terrà dal 4 al 7 Marzo ad Austin in Texas. Il programma dell’evento conta tre sessioni interattive, che saranno aperte agli oltre 15.000 partecipanti attesi per quest’edizione. Con il mondo che cambia così rapidamente, oggi il pensiero innovatore e la capacità di inventare nuove soluzioni sono imperativi sia economici che sociali. Il mondo accademico, gli statisti e le grandi aziende riportano tutti la necessità di potenziare l’innovazione e la capacità innovatrice negli USA, al fine di far crescere le possibilità sociali ed economiche sia nel proprio paese ma anche all’estero. Invention Education rappresenta un nuovo paradigma dell’istruzione che vuole mettere al servizio dell’Uomo sia la progettazione ingegneristica sia il metodo scientifico (tra gli altri). Pratica diretta, auto-apprendimento accompagnato da applicazioni pratiche di design e principi STEM, sono tutti elementi essenziali per costruire le abilità inventive. Invention Education incoraggia a identificare i problemi, sperimentare, collaborare, pensare in maniera critica e a fare pratica per creare nuove soluzioni che abbiano un’applicazione sociale. Lo scopo è di mettere in grado gli studenti di vivere vite creative e inventive, fiduciosi di fare scelte consapevoli e di fare qualcosa per risolvere problemi che non miglioreranno solo le loro vite, ma anche quelle di tante altre persone. Gli studenti vengono inoltre incoraggiati a integrare l’imprenditoria nelle loro competenze, così da tradurre le loro idee in business che avranno impatti economici.

http://www.csrwire.com/press_releases/41782-Invention-Education-a-Transformational-Approach-to-Preparing-Students-for-an-Ever-Changing-Workforce-Debuts-at-SXSW-EDU-2019-?tracking_source=rss

 

CHICAGO – Votato a far vivere esperienze d’apprendimento attraverso viaggi gratuiti durante i quali i professionisti lavorano per aumentare l’impegno degli studenti e per far conoscere nuove opportunità di carrier

4 Marzo 2019 – Field Trip Factory è l’unica organizzazione no-profit di Chicago che permette a 150.000 studenti ogni anno di fare un viaggio della vita. Grazie a una tecnologia brevettata, la Field Trip Factory permette di prenotare velocemente e facilmente esperienze d’apprendimento incredibili. Ciò permette agli educatori di organizzare il tutto in maniera facile e veloce. Gli insegnanti sono piuttosto inclini a offrire opportunità d’apprendimento ai propri studenti, ma non ci riescono perché non hanno tempo di programmarle loro stessi. Ed è quì che Field Trip Factory entra in gioco per offrire agli insegnanti la possibilità di scegliere da una lista di programmi gratuiti scelti accuratamente, e di prenotarli e pianificarli. Field Trip Factory, un’organizzazione no-profit, vuole sottolineare il potenziale dell’apprendimento sul campo. Sostenendo l’esperienza pratica, il fare esperienze nel mondo vero, aumentiamo il rendimento accademico dei ragazzi, trasmettiamo loro importanti capacità, li aiutiamo a stringere con le proprie comunità un senso d’appartenenza e li incoraggiamo a operare come cittadini. La nostra piattaforma si occupa di tutti gli aspetti logistici, traccia e misura gli effetti, e permette ai nostri sponsor di mettersi in contatto con le comunità locali in un modo estremamente efficace.

http://www.csrwire.com/press_releases/41779-Dedicated-to-Unleashing-Experiential-Learning-Through-Free-Field-Trips-Where-Professionals-Work-to-Increase-Student-Engagement-and-to-Learn-About-Different-Careers?tracking_source=rss

 

Innovativo Fondo di Impatto per creare posti di lavoro tra la gioventù rurale dei paesi in via di sviluppo

15 febbraio 2019, Roma - Un fondo di impatto con un approccio innovativo per incentivare i tanto necessari investimenti nelle aree rurali dei paesi in via di sviluppo sarà lanciato oggi alla riunione annuale degli Stati Membri del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD). L'IFAD, insieme all'Unione Europea, al Gruppo degli Stati dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico (ACP), al Governo del Lussemburgo e all'Alleanza per una Rivoluzione Verde in Africa (AGRA), lanceranno il Fondo indipendente Agri-Business Capital (ABC) per aiutare gli imprenditori rurali del settore agricolo ad accedere ai finanziamenti di cui hanno bisogno per far crescere le loro imprese e creare posti di lavoro per le popolazioni rurali povere, in particolare i giovani. L'obiettivo del Fondo ABC è di incentivare investimenti da parte del settore privato nelle piccole e medie imprese (PMI) rurali, nelle organizzazioni di agricoltori e nei gruppi di piccoli agricoltori che spesso trovano difficile accedere ai finanziamenti delle istituzioni tradizionali che li considerano troppo rischiosi. Il Fondo ABC mira a raccogliere 200 milioni di Euro nei prossimi 10 anni. La presidente della AGRA, Agnes Kalibata, ha affermato che la sua organizzazione, da sempre impegnata sullo sviluppo delle capacità del settore privato nell'adozione delle nuove tecnologie in Africa, andrà avanti con il suo lavoro mentre il fondo verrà presentato in tutto il continente.

https://www.ifad.org/en/web/latest/news-detail/asset/41022697

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 8 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Lavoro dignitoso e Crescita economica

 

La FAO e l'Arabia Saudita rinnovano una proficua cooperazione

13 febbraio 2019, Roma - La FAO e l'Arabia Saudita hanno concordato oggi di rinnovare la loro precedente cooperazione e di raddoppiare gli sforzi congiunti per attuare il Programma di Sviluppo Agricolo Rurale Sostenibile del Paese (2019-2025). Il nuovo accordo del valore di 93 milioni di dollari punta a incrementare la produzione, la lavorazione e la commercializzazione nel paese di caffè arabo, apicoltura, frutta, pesce, bestiame e delle coltivazioni alimentate dalla pioggia. Questo nuovo contributo da parte dell'Arabia Saudita rende il paese uno tra i principali partner della FAO e il più significativo nel Vicino Oriente. I presidenti hanno anche firmato un più ampio Protocollo d'Intesa che istituisce un quadro di cooperazione per il periodo 2019-2025. La FAO ha collaborato strettamente con l'Arabia Saudita per oltre 70 anni. L'organizzazione ha fornito supporto tecnico e consulenze al paese a livello strategico, istituzionale e tecnico. Le aree di cooperazione comprendono il rafforzamento della sicurezza alimentare sostenibile, l'utilizzo sostenibile delle risorse naturali agricole, il rafforzamento della pesca e della produzione e consumo dell'acquacoltura, l'aumento della capacità di prevenzione e controllo sulle malattie degli animali, il miglioramento di produzione e  protezione delle piante, il consolidamento del legame tra piccoli agricoltori e produttori agricoli  e i mercati e il consolidamento di un sistema basato sui risultati per il monitoraggio e la registrazione dei risultati.    

http://www.fao.org/news/story/en/item/1180506/icode/

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 8 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Lavoro dignitoso e Crescita economica

 

 

Solidarietà

(top)

 

CICR, CDPF raggiungono un accordo per aiutare meglio i disabili

28 febbraio - Il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) e la Federazione Cinese delle Persone Disabili (CDPF) hanno deciso di rafforzare la loro cooperazione per la fornitura di servizi alle persone con disabilità. Le due parti hanno firmato formalmente una Lettera di Intenti a Pechino il 28 febbraio 2019. Secondo l'accordo, entrambe le parti dovrebbero avere un dialogo regolare in merito a questioni di riabilitazione fisica di reciproco interesse e organizzare seminari per lo scambio di informazioni su aspetti clinici e tecnici della riabilitazione fisica. Si augurano anche di esplorare le possibilità di cooperazione nei paesi lungo l'Iniziativa delle Strade della Cina. Il CICR consentirà inoltre alla CDPF e alle sue filiali di utilizzare le nuove tecniche o materiali sviluppati, per migliorare il servizio alle persone con disabilità fisiche in Cina

https://www.icrc.org/en/document/icrc-cdpf-reach-agreement-better-help-disabled

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 3 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Salute e Benessere

 

Il WFP si aggiudica un premio al Congresso Mondiale dei dispositivi mobili per aver affrontato la malnutrizione con dati in tempo reale

27 febbraio 2019, Roma / Barcellona - Il Programma Alimentare Mondiale (WFP) delle Nazioni Unite ha ricevuto il Global Mobile "GLOMO" Award per il contributo eccezionale agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile grazie a SCOPE CODA, una soluzione mobile che fornisce assistenza condizionale su richiesta. Questa soluzione tecnologica affronta uno specifico caso di monitoraggio nutrizionale, gestisce le sfide affrontate dagli operatori umanitari sul campo sostituendo gli opuscoli cartacei e l'inserimento manuale dei dati con i record digitali, consentendo agli operatori in prima linea di prendere decisioni informate con dati in tempo reale. Il sistema SCOPE CODA (Conditional On-Demand Assistance) può funzionare offline, in luoghi remoti con scarsa o nessuna connettività. Si basa su un piccolo dispositivo, simile a uno smartphone, per leggere la smartcard di una persona. Una volta che il dispositivo è online, le informazioni vengono sincronizzate con la piattaforma di gestione del trasferimento dei beneficiari digitali del WFP. Attraverso questa soluzione, gli operatori in prima linea possono ad esempio registrare le informazioni; tracciare lo stato nutrizionale e sanitario di un bambino o di una donna incinta; identificare quando qualcuno è stato ricoverato; indicare se il trattamento ha avuto successo. SCOPE CODA riduce l'inserimento manuale dei dati, il reporting e l'analisi - risparmiando tempo e allo stesso tempo aggiungendo durata e sicurezza alle informazioni. La cosa più importante è che fornisce agli operatori in prima linea informazioni quasi in tempo reale e l'accesso alla panoramica dei progressi e dello stato di una persona, consentendo di prendere decisioni migliori.

https://www1.wfp.org/news/wfp-scoops-award-mobile-world-congress-tackling-malnutrition-real-time-data

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 3 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Salute e Benessere

 

Il contributo del Giappone di 13 milioni di dollari ha permesso di garantire un'assistenza alimentare cruciale alle comunità colpite dalla siccità in Afghanistan

20 febbraio 2019, Kabul - Un generoso contributo di 13 milioni di dollari da parte del governo del Giappone ha rafforzato la distribuzione di assistenza salva-vita da parte del WFP attraverso il trasferimento di cibo e denaro a oltre 675.000 persone in tutto l'Afghanistan. Grazie al supporto giapponese, le persone residenti nelle 22 province colpite dalla siccità hanno ricevuto farina di grano fortificata acquistata localmente e altri prodotti alimentari, tra cui olio vegetale fortificato, legumi e sale iodato. Parte di questa assistenza ha anche migliorato i beni della comunità, poiché è stato fornito cibo a coloro che sono coinvolti in progetti di infrastrutture per la gestione delle acque nelle aree colpite dalla siccità, per rafforzare la resilienza locale. Come parte della risposta alla siccità dell'Afghanistan, il WFP ha distribuito 56.000 tonnellate di cibo e quasi 4 milioni di dollari in trasferimenti in denaro alle famiglie. La risposta del WFP ha raggiunto il suo massimo impatto nell'ottobre 2018, fornendo assistenza alimentare di emergenza a 2,7 milioni di persone. 

https://www1.wfp.org/news/japans-contribution-us13-million-enabled-crucial-food-assistance-communities-affected

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 2 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Fame Zero

 

Il Giappone sostiene le famiglie vulnerabili nel Khyber Pakhtunkhwa, nel Sindh e nel Belucistan

19 febbraio 2019, Islamabad - Il Giappone ha annunciato un contributo di 10,6 milioni di dollari per combattere la malnutrizione, migliorare i mezzi di sussistenza e aumentare la resilienza ai disastri naturali nelle province di Khyber Pakhtunkhwa, Sindh e Belucistan del Pakistan. Questo contributo fa parte di una partnership che il governo del Giappone ha firmato oggi a Islamabad con il Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) e il Programma Alimentare Mondiale (WFP). 3,5 milioni di dollari saranno utilizzati per l'identificazione e il trattamento precoci di 155.000 madri e bambini gravemente malnutriti a Khyber Pakhtunkhwa, comprese le famiglie sfollate dall'Afghanistan e le vulnerabili popolazioni ospitanti. Il contributo giapponese include anche 3,55 milioni per l'iniziativa UNDP di Stabilizzazione attraverso Mezzi di Sussistenza Inclusivi nei distretti tribali di Khyber Pakhtunkhwa. La donazione permetterà di sostenere 20.700 persone migliorando il loro accesso ai servizi di base, aumentando le loro opportunità economiche e favorendo la coesione sociale nei distretti tribali di Kurram e Orakzai. Inoltre, il governo giapponese sosterrà il governo del Pakistan a livello nazionale e locale per prepararsi ai disastri naturali, ai sistemi pilota di allerta precoce di tsunami e per migliorare la resilienza delle comunità costiere ai rischi costieri.

https://www1.wfp.org/news/japan-supports-vulnerable-families-khyber-pakhtunkhwa-sindh-and-balochistan

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 2 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Fame Zero

 

Il Regno Unito finanzia la nutrizione e la costruzione della resilienza in Mozambico

13 febbraio 2019, Maputo - Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) accoglie con favore un recente contributo di 7,5 milioni di sterline donate dal Regno Unito a sostegno delle persone più malnutrite e in grave stato d'insicurezza alimentare del Mozambico. Grazie a questo tempestivo contributo, un totale di 120.000 persone residenti nei distretti più colpiti dalla siccità della provincia di Tete beneficieranno di trasferimenti di denaro. Questi includono i trasferimenti tramite voucher e i nuovi trasferimenti mobili, effettuati in stretta collaborazione con le comunità locali, le autorità e i partner del settore. I vantaggi di questo tipo di trasferimento comprendono l'impegno dei rivenditori locali e la promozione del loro coinvolgimento in comunità più distanti, garantendo una spinta al mercato locale. La collaborazione con il Regno Unito supporta anche la fornitura di servizi salvavita per almeno 11.000 bambini sotto i cinque anni e 5.000 donne in stato di gravidanza e allattamento che soffrono di malnutrizione acuta moderata, in diversi distretti delle province di Cabo Delgado, Manica, Tete e Zambezia. La partnership sarà realizzata attraverso il programma nazionale per la riabilitazione della malnutrizione acuta gestito dal Ministero della Salute, in collaborazione con le autorità e i partner locali

https://www1.wfp.org/news/united-kingdom-funds-nutrition-and-resilience-building-mozambique

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 2 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Fame Zero

 

 

Pace e sicurezza

(top)

 

L’UNODC inaugura un ufficio progetti a Bangui, Repubblica Centro Africana

4 marzo 2019 - A seguito dell’Accordo politico per la pace e la riconciliazione nella Repubblica centrafricana, concluso a Khartoum e firmato il 6 febbraio dal Governo della Repubblica Centro Africana e da 14 gruppi armati, l'Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine (UNODC) ha ufficialmente annunciato l'apertura di un ufficio progetti a Bangui. L'ufficio dell'UNODC a Bangui è stato aperto nel giugno 2018 a conclusione della firma di un accordo con la Missione di Stabilizzazione Integrata Multidimensionale delle Nazioni Unite nella Repubblica centrafricana (MINUSCA). Questa partnership tra UNODC e MINUSCA è finalizzata a sostenere l'operatività della Corte penale speciale (SCC) nella Repubblica centrafricana.

https://www.unodc.org/unodc/en/frontpage/2019/March/unodc-opens-project-office-in-bangui--central-african-republic.html?ref=fs3

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 16 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Pace, Giustizia e Istituzioni Forti

 

Il Segretario generale dell'ONU saluta l'accordo dei leader libici sulla convocazione delle elezioni generali

1° marzo 2019 - Un accordo tra il Primo Ministro libico e il principale leader militare rivale al fine di migliorare la stabilità politica in tutto il paese attraverso nuove elezioni generali, è stato accolto favorevolmente dal Segretario Generale delle Nazioni Unite. In una dichiarazione di venerdì, António Guterres ha elogiato i progressi compiuti dal Primo Ministro Faiez Serraj, che presiede anche il consiglio che guida il Governo di accordo Nazionale, e il Comandante dell'esercito nazionale libico, Khalifa Haftar. Il Rappresentante speciale del capo delle Nazioni Unite per la Libia che anche a capo della Missione delle Nazioni Unite, UNSMIL, Ghassan Salame, ha ospitato l'incontro di giovedì tra i due leader che ad Abu Dhabi, capitale degli Emirati Arabi Uniti, hanno portato alla svolta.

https://news.un.org/en/story/2019/03/1033912

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 16 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Pace, Giustizia e Istituzioni Forti

 

Le stelle del seme amazzonico negli sforzi di riconciliazione in Colombia

20 febbraio 2019 - Sacha inchi, nota come l'arachide Inca, fu coltivata per la prima volta nell'Amazzonia peruviana dagli Incas più di 3.000 anni fa. Ora questo seme, che viene mangiato come una nocciolina, si sta facendo strada nei negozi di alimenti naturali, come Whole Foods, grazie al suo ritrovato status di cibo di qualità superiore. Nonostante la sua antica cultura e il suo “mormorio” internazionale, sacha inchi è una novità per il mercato colombiano e molti agricoltori sono scettici nell'investire tempo e denaro per coltivare un raccolto di cui poche persone nella regione hanno sentito parlare. A Florencia, una città del dipartimento di Caquetá, nel sud-ovest della Colombia, l'Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo Programma di Alleanze per la Riconciliazione (PAR), attuato da ACDI/VOCA, collabora con l'organizzazione di produttori Agrosolidaria per educare i mercati e i coltivatori locali sui benefici di sacha inchi. Il Programma di alleanze per la riconciliazione, finanziato dall'USAID, sta fornendo competenze tecniche per migliorare la produzione e la qualità di olio pressato a freddo derivante dalle sementi di Agrosolidaria. Un maggior numero di comunità rurali stanno finalmente sperimentando una stabilità economica grazie alla coltivazione di sacha inchi. Basandosi sulla convinzione che lo sviluppo economico da solo non può portare a una reale riconciliazione, il Programma di Alleanza e riconciliazione e Agrosolidaria stanno fornendo ulteriore sostegno agli agricoltori e alle loro famiglie. (...)

https://www.acdivoca.org/2019/02/amazonian-seed-stars-in-reconciliation-efforts-in-colombia/

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 16 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Pace, Giustizia e Istituzioni Forti

 

Geneva Call tiene un seminario a Beirut per sostenere le ONG che operano in Siria

1° febbraio 2019 - Il 18 e il 19 dicembre 2018, Geneva Call ha organizzato a Beirut, in Libano, un seminario di due giorni sul diritto umanitario internazionale e la protezione e l'accesso umanitario in Siria per trentaquattro diverse ONG internazionali e siriane. Geneva Call, in collaborazione con il Direttorato Generale per la protezione civile europea e le operazioni di aiuto umanitario (ECHO), svolge questo seminario con l'obiettivo di identificare opportunità, relativi rischi e misure di mitigazione. Realizzato su misura per i professionisti senior con un minimo di 8-10 anni di attività nel settore umanitario e con particolare esperienza nell'assistenza umanitaria, protezione e negoziazione, il seminario è indirizzato su come inserire norme e principi umanitari nell'accesso e nell'erogazione dell'assistenza umanitaria, sfide e dilemmi incontrati nella fornitura di assistenza umanitaria e condivisione tra pari di approcci pratici per affrontare questi dilemmi. Nel 2018, il conflitto in Siria ha sperimentato importanti sviluppi in merito allo spostamento del controllo militare e politico e degli accordi locali su aree precedentemente detenute dall'opposizione. Ciò ha comportato che oltre 13 milioni di civili siano diventati dipendenti dall'assistenza umanitaria, tra i quali oltre 6 milioni di sfollati interni (IDP) che non hanno assicurato il cibo. https://genevacall.org/geneva-call-holds-a-workshop-in-beirut-to-support-ngos-working-in-syria/

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 16 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Pace, Giustizia e Istituzioni Forti

 

 

Salute

(top)

 

Il CERF distribuisce 500.000 $ per la logistica regionale di base in Uganda per la preparazione e la risposta contro Ebola

6 marzo 2019, Nairobi – Il Coordinatore per il Soccorso dell’Emergenza, Mark Lowcock, ha stanziato oggi 500.000 dollari USA dal Fondo Centrale per l’Emergenza delle Nazioni Unite (CERF) per sostenere la creazione di servizi di logistica comuni regionali per l’area di allestimento di Entebbe, Uganda, per rafforzare la risposta e la preparazione contro Ebola nella regione. Il nuovo centro della logistica, guidato dal Programma Alimentare Mondiale (WFP) quale agenzia guida per servizi logistici comuni sia per le agenzie delle Nazioni Unite che per le Organizzazioni Non-Governative, sosterrà la risposta iniziale nei paesi confinanti con la Repubblica Democratica del Congo (DRC), l’epicentro della corrente epidemia di Ebola, per prevenire la diffusione della malattia e intervenire se necessario. L’area di allestimento supporterà inoltre la risposta in corso nella DRC per l’entità richiesta. Il finanziamento per l’area di allestimento è parte di un contributo regionale di 10,5 milioni di dollari da parte del CERF rivolto a mitigare il possibile impatto della corrente epidemia di Ebola se questa dovesse espandersi verso Paesi confinanti con la DRC. In questo finanziamento, 3,8 milioni sono stati forniti all’Uganda, 2,4 milioni al Burundi, 2 milioni al Sud Sudan e 1,8 milioni al Ruanda, in aggiunta ai 500.000 dollari forniti per l’area di allestimento regionale. Questi fondi del CERF consentiranno l’intervento iniziale e l’accelerazione delle misure di preparazione, compreso l’incremento della sorveglianza, la mobilitazione delle comunità, la comunicazione durante le crisi, campagne di vaccinazione e aggiornamento degli operatori in campo sanitario.

https://www1.wfp.org/news/cerf-allocates-500000-regional-logistics-base-uganda-ebola-readiness-and-response

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 3 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Salute e Benessere

 

La vita nel posto dell’autista: sulla strada dell’eradicazione della poliomielite in Pakistan

19 febbraio 2019 – Il programma contro la poliomielite del Pakistan si fonda sugli sforzi di migliaia di lavoratori specializzati, ma c’è un gruppo di questi su cui quasi tutti si basano: i conducenti. Nella fase finale dell’eradicazione, raggiungere zero trasmissioni richiede una vasta rete di competenze – da epidemiologi a procuratori di comunità a esperti di gestione dei dati e lavoratori sanitari. Ma senza autisti molte di queste persone non sarebbero in grado di svolgere il loro lavoro. L’eradicazione della poliomielite implica campagne di vaccinazione ad ampio raggio in tutta la nazione. Nel Pakistan questo significa rivolgersi a più di 38 milioni di bambini sotto l’età di cinque anni. Raggiungere ogni singolo bambino senza una flotta organizzata di veicoli è quasi impossibile. I conducenti del programma antipolio non pianificano le loro attività nei centri operativi, ma hanno un impatto reale sul campo nella lotta contro la poliomielite.

http://polioeradication.org/news-post/life-in-the-drivers-seat/

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 3 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Salute e Benessere

 

 

Energia e sicurezza

(top)

 

Ricercatori dell’Università dello Utah scoprono una via più rapida per convertire le alghe in greggio biologico

4 marzo 2019 – Nello Utah, esperti di biocarburanti hanno a lungo cercato una strada più affidabile economicamente per convertire le alghe in petrolio greggio biologico per alimentare veicoli, navi e perfino aerei. Ricercatori dell’Università dello Utah ritengono di aver trovato una risposta. Hanno sviluppato un metodo insolitamente rapido per produrre greggio biologico dalle alghe a costi convenienti in grandi quantità usando un miscelatore a turbine che estrae i grassi con molta meno energia rispetto ai vecchi metodi di estrazione, una scoperta chiave che ora rende questa forma di energia più prossima a diventare un carburante alternativo affidabile e conveniente. Il nuovo miscelatore è veloce, inoltre, estraendo i lipidi nell’arco di secondi.

http://www.biofuelsdigest.com/bdigest/2019/03/04/university-of-utah-researchers-find-faster-way-to-turn-algae-into-biocrude/

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 12 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Consumo e Produzione responsabili

 

Le vendite di veicoli elettrici salgono in Europa del 67%

4 marzo 2019 – Il mercato di veicoli passeggeri elettrici europeo ha raggiunto oltre 33.000 immatricolazioni in gennaio, crescendo del 28% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (…); i veicoli a propulsione esclusivamente elettrica (BEV) hanno avuto una crescita rigogliosa. Nel primo mese del 2019, i veicoli esclusivamente elettrici sono saliti del 67% anno dopo anno (YoY) a quasi 21.000 consegne. Sono ora responsabili del 62% di tutte le vendite dei veicoli elettrici (PEV), portando a un record di una percentuale dell’1,7% di veicoli elettrici (EV). Aggiungendo i veicoli ibridi (PHEV) al conteggio, la quota di mercato dei PEV salta al 2,8%, già al di sopra del 2,5%, risultato del 2018.

https://cleantechnica.com/2019/03/04/electric-vehicle-sales-jump-67-in-europe-cleantechnicas-europe-ev-sales-report/

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 12 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Consumo e Produzione responsabili

 

I clienti di CleanChoice Energy risparmiano emissioni di carbonio per oltre 4 miliardi di libbre

28 Febbraio 2019 – CleanChoice Energy, una società di energia rinnovabile che facilita persone e imprese nel ridurre le emissioni e nel condurre una vita più pulita, ha annunciato che i propri clienti hanno evitato inquinamento da biossido di carbonio per oltre 4 miliardi di libbre. (...) Evitare 4 miliardi di libbre di inquinamento da carbonio rappresenta l'equivalente della quantità di carbonio pareggiata da 2,1 milioni di acri di foreste in un anno o impedire la combustione di oltre 2 miliardi di libbre di carbone.

https://electricenergyonline.com/news.php?ID=751812&cat=;90;91&niveauAQ=0

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 13 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Agire per il Clima

 

I deputati al PE si accordano con il Consiglio per ridurre le emissioni di CO2 dei camion

19 Febbraio 2019 – Questa nuova legislazione sulla quale si è raggiunto un consenso è la prima normativa in assoluto in merito alle emissioni di CO2 da parte dei camion nella UE. L'accordo raggiunto lunedì sera tra i deputati e la presidenza rumena del Consiglio prevede per i nuovi autocarri un obiettivo vincolante del 30% di riduzione della CO2 entro il 2030, con un obiettivo intermedio del 15% entro il 2025. I fabbricanti dovranno anche garantire che i veicoli a zero e a basse emissioni rappresentino entro il 2025 una quota di mercato del 2% delle vendite di nuovi veicoli. Questa disposizione mira a incentivare i produttori a investire in alternative più pulite rispetto ai camion diesel.

http://www.europarl.europa.eu/news/en/press-room/20190219IPR27353/cutting-co2-emissions-from-trucks-meps-reach-deal-with-council

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 7 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Energia pulita e accessibile

 

Un tribunale australiano stabilisce che è "un momento sfavorevole" per il carbone: la Corte delibera che un Progetto basato sul Carbone contribuirebbe al riscaldamento globale

10 febbraio 2019 – Un tribunale australiano ha respinto un appello per concedere il permesso di sviluppare una nuova miniera di carbone, perché ciò incrementerebbe il riscaldamento globale; questa è l'ultima di una serie di sentenze di tribunale basate sulle preoccupazioni circa il cambiamento climatico. “È un momento sfavorevole" per il carbone, ha concluso la Corte Ambientale e Territoriale del Nuovo Galles del Sud, "perché le emissioni di GHG [Gas serra] della miniera di carbone e del suo prodotto, il carbone, aumenterebbero la concentrazione totale globale di GHG in un momento in cui ciò che invece è urgentemente necessario ... è una rapida e completa diminuzione delle emissioni di gas serra ".

https://www.hrw.org/news/2019/02/10/australia-court-rules-it-wrong-time-coal

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 13 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Agire per il Clima

 

Resoconto sulle prestazioni dei fondamentali delle pile a energia geotermica, sul loro processo di progettazione e sulle loro applicazioni

Febbraio 2019 – Le pile a energia geotermica (GEP) sono una fonte di energia ecologica che utilizza l'energia termica a bassa temperatura presente nella crosta superficiale della terra per fornire riscaldamento e / o raffreddamento alle strutture supportate, per es. edifici. (...) Questo documento presenta un'estesa rassegna della letteratura sui principi alla base delle diverse ipotesi di progettazione, degli attuali standard di progettazione disponibili e della legislazione governativa per l'installazione del sistema GEP. (...) Inoltre vengono presentati e discussi case studies da diversi paesi in tutto il mondo, tra cui Austria, Svizzera, Australia, Regno Unito, Spagna, Hong Kong, Stati Uniti, Giappone, Cina e Corea del Sud, che evidenziano la praticità dell'installazione del sistema, i relativi benefici e limiti nonché le prestazioni energetiche complessive.

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1364032119301017?dgcid=rss_sd_all

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 7 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Energia pulita e accessibile

 

 

Ambiente e natura

(top)

 

Il nuovo decennio delle Nazioni Unite per la ricostituzione degli ecosistemi rappresenta un'opportunità senza precedenti per la creazione di posti di lavoro, la sicurezza alimentare e la lotta ai cambiamenti climatici

1° Marzo 2019, New York – La Decade dell'ONU sulla ricostituzione dell'ecosistema, dichiarata oggi dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, mira a potenziare in modo massiccio il ripristino degli ecosistemi degradati e distrutti come misura comprovata per combattere la crisi climatica e incrementare la sicurezza alimentare, l'approvvigionamento idrico e la biodiversità.   Il degrado degli ecosistemi terrestri e marini mina il benessere di 3,2 miliardi di persone e costa circa il 10% del prodotto lordo globale annuo in termini di perdita di servizi per specie ed ecosistemi. Gli ecosistemi chiave che forniscono numerosi servizi essenziali per l'alimentazione e l'agricoltura, compresa la fornitura di acqua dolce, di aree protette e habitat per specie come pesci e impollinatori, stanno diminuendo rapidamente. Tra oggi e il 2030 il ripristino di 350 milioni di ettari di terreni degradati potrebbe fruttare 9000 miliardi di dollari in servizi ecosistemici ed espellere dall’atmosfera ulteriori 13-26 gigatoni di gas serra. La Decade, un richiamo ad agire a livello globale, andrà ad unificare l’azione politica con la ricerca scientifica e il potere finanziario al fine di estendere su larga scala ben riusciti progetti pilota di ripristino su aree di milioni di ettari.  La ricerca ha dimostrato che oltre due miliardi di ettari di paesaggi disboscati e degradati nel mondo offrono possibilità di essere ricostituiti.  La Decade andrà ad accelerare gli attuali obiettivi di ripristino globale.  Al momento, 57 tra Paesi, governi sub-nazionali ed organizzazioni private si sono impegnate ad intervenire su oltre 170 milioni di ettari da ripristinare. l ripristino è un processo volto a invertire il degrado di ecosistemi, quali paesaggi, laghi e oceani, consentendo il riacquisto della loro funzionalità ecologica; in altre parole, la loro capacità produttiva e di soddisfare i bisogni della società.   Ciò può essere fatto consentendo, ad esempio, la rigenerazione naturale di ecosistemi sovra-sfruttati, oppure piantando alberi e altre piante. Attualmente, circa il 20% della superficie verde del pianeta presenta un calo tendenziale della produttività con perdite di fertilità in tutte le parti del mondo legate all'erosione, all'esaurimento e all'inquinamento. Entro il 2050 il degrado e il cambiamento climatico potrebbero ridurre i raccolti del 10% a livello globale e fino al 50% in alcune regioni.

http://www.fao.org/news/story/en/item/1182090/icode/

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 13 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Agire per il Clima

 

I ricercatori del NREL scoprono come riciclare la plastica in prodotti più ecologici di valore elevato

28 febbraio 2019 - In Colorado, i ricercatori del Laboratorio Nazionale per le Energie Rinnovabili (National Renewable Energy Laboratory, NREL) del Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti hanno scoperto un metodo di riciclaggio delle materie plastiche che consente di trasformare i prodotti scartati in nuovi materiali di elevato valore e migliore qualità, anche ambientale, e potrebbe incentivare economicamente il riciclaggio dei rifiuti di plastica, consentendo di risolvere uno dei più inquietanti problemi di inquinamento a livello mondiale.

http://www.biofuelsdigest.com/bdigest/2019/02/28/nrel-researchers-find-way-to-upcycle-plastics-into-higher-value-greener-products/

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 13 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Agire per il Clima

 

UFFICIO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA E DELL'ENERGIA RINNOVABILE - Gli innovatori selezionati per partecipare alla Competizione per l’aumento della produzione solare

28 Febbraio 2019 – Un gruppo di 20 squadre sono state invitate a passare alla fase successiva del Premio Solare Americano, una competizione da 3 milioni di dollari per rivitalizzare la produzione solare negli Stati Uniti. Ogni squadra riceverà un premio in denaro di $ 50.000 ed il diritto di partecipare alle prossime due fasi della competizione. Le squadre sono state scelte mediante un rigoroso processo di valutazione sulla base della novità delle loro idee e delle soluzioni da loro proposte per affrontare le esigenze critiche dell'industria solare.  Le innovazioni rappresentate dai concorrenti comprendono migliorate tecnologie fotovoltaiche e di concentrazione dell'energia solare termica, nuovi dispositivi elettronici per l’energia nonché innovative tecniche di produzione.

https://electricenergyonline.com/news.php?ID=751842&cat=;142;87&niveauAQ=0

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 13 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Agire per il Clima

 

Sviluppo di colonne d'acqua multi-oscillanti per la conversione del moto ondoso

Febbraio 2019 – Nuovi progressi sono stati registrati nello sviluppo dell'energia a onda al fine di riuscire a catturare l'immensa energia degli oceani disponibile a livello globale. Ad oggi, un gran numero di principi per la conversione dell'energia delle onde sono stati definiti e studiati, tuttavia non è ancora stato possibile vederli convergere in specifiche tecnologie. (...).  Questo documento fornisce un quadro generale e discute, in generale, lo sviluppo del concetto OWC (oscillating water column, colonna d’acqua oscillante) utilizzato nei convertitori di energia a onda e, nello specifico, la sua variazione più evoluta M-OWC (multi-oscillating water column,colonna d'acqua multi-oscillanta). Il documento delinea l'aumentato potenziale del concetto di M-OWC e lo stato attuale dei progressi registrati negli ultimi anni. Sebbene ancora in fase di sviluppo, le M-OWC hanno il potenziale per fornire risultati promettenti, grazie ai concetti innovativi allo studio, nonché ai progressi registrati nello sviluppo dell’energia a onda quale ulteriore serio contributore all’insieme delle energie rinnovabili.

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1364032119301145?dgcid=rss_sd_all

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 13 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Agire per il Clima

 

 

Religione e spiritualità

(top)

 

ASIA/UZBEKISTAN – La comunità dei battezzati aumenta in un clima di dialogo e pacifica coesistenza

8 marzo 2019 - In questa parte dell’Asia centrale c’è un intenso dialogo interreligioso e interculturale, favorito da anni di convivenza pacifica tra diverse etnie: “Ci sono più di 100 comunità etniche, probabilmente perché l’Uzbekistan era il cuore della 'Via della Seta' e molti, passando, decidevano di rimanere. Le persone sono abituate a stare con gente di altre culture e per questo non si verificano agitazioni estremiste. Vivo da 14 anni in questo paese e non ho mai incontrato qualcuno che potesse essere considerato aggressivo. Anzi, molte persone si mostrano interessate alla nostra fede”.
In Uzbekistan, la fede cattolica è considerata “religione tradizionale”, insieme a quelle islamica, ortodossa, luterana, armena ed ebraica: “Per questo motivo il cristianesimo viene percepito come profondamente radicato nella storia del paese. Questo ci aiuta, perché siamo conosciuti e rispettati, e gli esponenti delle altre religioni non hanno problemi a partecipare alle nostre iniziative”.

http://www.fides.org/en/news/65690-ASIA_UZBEKISTAN_The_community_of_baptized_people_increases_in_a_climate_of_dialogue_and_peaceful_coexistence//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 16 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Pace, Giustizia e Istituzioni Forti

 

MANAGUA - AMERICA/NICARAGUA – Testimoni, accompagnatori e consiglieri parteciperanno al dialogo nazionale

6 marzo 2019 – Testimoni, accompagnatori e consiglieri parteciperanno al dialogo nazionale in Nicaragua. L'accordo raggiunto negli ultimi due giorni prevede quindi che oltre alle due parti (Governo e Alleanza Civica) siano presenti al tavolo del dialogo altre persone rientranti in queste tre categorie. Questo è quanto annunciato ieri sera, 5 marzo, da Carlos Tünnermann, rappresentante di Alleanza Civica, alla stampa locale. La figura dei garanti è ancora oggetto di discussione. Nell'intervista con la stampa nicaraguense il rappresentante di Alleanza Civica ha inoltre riferito che è stato inviato un invito scritto alla Conferenza Episcopale (CEN), firmato e consegnato dai rappresentanti di ambo le parti. Agenzia Fides ha ricevuto conferma di questo invito dal Vescovo di Estelí, Mons. Abelardo Mata, che ha dichiarato in un messaggio che la CEN ha ricevuto l'invito ufficiale ieri sera, sottolineando però che i Vescovi non vogliono essere usati per tattiche politiche o accordi sottobanco.

http://www.fides.org/en/news/65673-AMERICA_NICARAGUA_Witnesses_companions_and_advisers_will_participate_in_the_national_dialogue

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 16 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Pace, Giustizia e Istituzioni Forti

 

Lavoro interreligioso fa progredire la dignità delle donne su scala globale

4 marzo 2019 – La Task Force delle Donne del Parlamento (delle Religioni del Mondo) 2018 ha presentato un work in progress intitolato “1000 donne nella religione”. Questo ambizioso progetto cercherà di aumentare la visibilità dei contributi religiosi delle donne attraverso l'uso di Wikipedia, la più grande enciclopedia del mondo. Solo il 18% delle biografie di Wikipedia riguardano donne e solo il 9% dei suoi contribuenti è di sesso femminile. Obiettivo di “1000 donne nella religione” è correggere questo squilibrio nell'ambito della religione. In collaborazione con il Caucus delle Donne all'Accademia Americana di Religione, vogliamo dedicarci a quella produzione di conoscenza che porta ai pregiudizi di genere, sia reali che percepiti, all'interno della religione. Poiché Wikipedia è libera e tradotta in più di 300 lingue, “1000 donne nella religione” ha le reali potenzialità per ispirare donne e ragazze di tutto il mondo grazie a biografie di modelli femminili innovativi provenienti dalle proprie tradizioni religiosi. Oltre ad aumentare l'autorità e la visibilità religiosa delle donne, gli incontri interreligiosi creano l'opportunità di incoraggiare e fare da mentore alle donne affinché seguano la loro vocazione religiosa, spirituale e alla saggezza.

https://parliamentofreligions.org/blog/2019-03-06-1120/interfaith-work-advances-women%E2%80%99s-dignity-global-scale//

 

Nuove prospettive politiche per l’Islam

4 marzo 2019 – il recente viaggio di Papa Francesco nella penisola araba apre a nuove prospettive politiche per l’Islam e inizia a dare una svolta ad una situazione emersa circa 40 anni fa. Probabilmente il primo storico errore dell’Occidente nella relazione politica con l’Islam e con l’Islam radicale è stata la rivoluzione in Iran alla fine degli anni Settanta. Le correnti radicali dell’Islam sono sempre esistite ma le dinamiche politiche erano diverse poiché l’Islam radicale non aveva una base sul territorio.

http://www.settimananews.it/italia-europa-mondo/new-political-perspectives-for-islam//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 16 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Pace, Giustizia e Istituzioni Forti

 

RAMALLAH ASIA/PALESTINA – Licenza ad avvocato cristiano palestinese per esercitare nelle corte religiose islamiche

2 marzo 2019 – Haya Bannoura, avvocato cristiano della città palestinese di Beit Sahour, la cristiana Haya Bannoura, avvocato cristiano della cittadina palestinese di Beit Sahour, ha ottenuto la licenza per rappresentare i clienti nei tribunali islamici palestinesi, dove i giudizi vengono emessi facendo riferimento alla Sharia (Legge islamica). Grazie alla licenza, concessa da Mahmoud al-Habbash Presidente del Consiglio supremo della legge islamica, la cristiana palestinese potrà esercitare la propria professione presso le corti musulmane. Haya Bannoura è la quinta avvocatessa palestinese cristiana ad esercitare la legge Sharia a partire dall'istituzione dell'autorità palestinese, nel 1994.

Mahmoud al-Habbash, in alcune dichiarazioni riportate dall’Agenzia palestinese Wafa, ha sottolineato che il popolo palestinese è unito e coeso ed i cristiani palestinesi sono parte integrante del tessuto sociale del paese così come del popolo palestinese in quanto tale. 

http://www.fides.org/en/news/65655-ASIA_PALESTINE_Palestinian_Christian_lawyer_granted_license_to_practice_in_Islamic_religious_courts

 

Scuola per Religioni Orientali – l’impegno delle religioni per alleviare la povertà

1° marzo 2019 – Hong Kong è il luogo adatto dove tenere un corso di formazione sull’impegno delle religioni per alleviare la povertà Qui, infatti, le persone vivono in una società multiculturale e multireligiosa e l’impegno delle diverse comunità religiose ha contribuito parecchio al raggiungimento di un sistema sociale equilibrato. Ovviamente anche questa metropoli ha uno strato sociale povero ma dobbiamo anche riconoscere che l’impegno delle diverse comunità religiose è sempre stato volto ad aiutare a ridurre il numero di persone che soffrono a causa di uno status sociale non privilegiato.

http://whydontwedialogue.blogspot.com/2019/02/school-for-oriental-religions-religions.html//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 1 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Povertà Zero

  

 

Cultura e educazione

(top)

 

Istruzione Nesta 2019 – dare forma al futuro, cambiare il sistema

8 marzo 2019 – Come sarebbe un sistema educativo che prepara i giovani alle sfide di questo secolo? La conferenza sull’istruzione Nesta esplora cosa significa un mondo in continuo cambiamento per il futuro delle istuzioni educative, degli insegnanti e degli studenti. Come sarebbe un sistema educativo che sia davvero in grado di preparare i giovani al futuro? Negli ultimi anni il sistema educativo inglese ha subito significative riforme, ma ciononostante rimane inadeguato. Le nostre classi sono dotate di poca o datata tecnologia e il nostro curriculum scolastico mira ancora a preparare gli studenti per lavori che sono ormai volti all’estinzione. Vogliamo vedere un curriculum scolastico improntato verso il futuro – uno che insegni la creatività, il problem solving, la scrittura di codici, la collaborazione e che abbia come priorità lo sviluppo sociale ed emotivo. In questo evento abbiamo esplorato le tendenze e le prove per capire perché è il caso si cambiare il sistema. Abbiamo anche osservato come possiamo usare le prove per prendere decisioni sul nostro sistema educativo futuro considerando il ruolo della tecnologia e includendo le intelligenze artificiali per risolvere alcune delle questioni più importanti e abbiamo dato un’occhiata alle innovazioni educative più sorprendenti. Questo evento ha riunito leader di scuole e college, insegnanti, aziende, innovatori, imprenditori, politici e fondatori.

https://www.nesta.org.uk/event/nesta-education-2019-shaping-future-shifting-system//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 4 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Istruzione di qualità

 

L’UNESCO sottolinea il bisogno di un’intelligenza artificiale etica alla conferenza del Consiglio d’Europa sull’IA e la democrazia

6 marzo 2019 – Durante la conferenza di alto livello sugli effetti dello sviluppo delle intelligenze artificiali (IA) per i diritti umani, la democrazia e lo stato di diritto, che ha avuto luogo il 26-27 febbraio 2019 ad Helsinki in Finlandia, l’UNESCO ha presentato il proprio lavoro per promuovere uno sviluppo umanocentrico e un’applicazione dell’IA in linea con i principi etici. Sviluppi tecnologici rapidi nelle IA stanno avendo un impatto in tutti gli aspetti della nostra vita e stanno rivoluzionando il modo in cui impariamo, lavoriamo e comunichiamo. Durante la conferenza, il Vicedirettore Generale per la Comunicazione l’Informazione dell’UNESCO, Moez Chakchouk, ha sottolineato l’importanza di affrontare le sfide che l’IA pone con un approccio interdisciplinare. L’UNESCO vuole promuovere il dialogo tra gli stakeholder sulle opportunità e le sfide relative all’IA nei campi dell’educazione, della scienza, della cultura, della comunicazione e dell’informazione, così come sulle implicazioni etiche dell’IA.

https://en.unesco.org/news/unesco-highlights-need-ethical-artificial-intelligence-council-europe-conference-ai-and//

 

Come le industrie culturali e creative possono dare una spinta allo sviluppo umano nel 21esimo secolo

6 marzo 2019 – Le industrie culturali e creative, che includono l’arte e l’artigianato, la pubblicità, il design, l’intrattenimento, l’architettura, l’editoria, i media e i software sono diventati una forza vitale nell’accelerazione dello sviluppo umano. Permettono alle persone di appropriarsi del proprio sviluppo e stimolano l’innovazione che può portare ad una crescita sostenibile. Se ben nutrita, l’economia creativa può essere una fonte di trasformazione economica strutturale, di progresso socioeconomico, di creazione di posti di lavoro e di innovazione contribuendo allo stesso tempo all’inclusione sociale e allo sviluppo umano sostenibile. Non è quindi un caso che il Report sullo Sviluppo Umano UNDP del 2004 abbia portato avanti la causa per rispettare la diversità e costruire delle società più inclusive tramite politiche che riconoscono le differenze culturali e le prospettive multiculturali. Le industrie culturali e creative (ICC) sono generalmente inclusive. Le persone appartenenti ad ogni classe sociale, dagli indigeni alle elite partecipano in questa economia sia come produttori che come consumatori. Il lavoro nel settore tende a favorire i giovani e le donne rispetto ad altri settori. Per esempio, una pubblicazione UNESCO del 2015 ha evidenziato che i settori ICC in Europa impiegano più giovani che qualsiasi altro settore.

http://www.ipsnews.net/2019/03/cultural-creative-industries-can-power-human-development-21st-century/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=cultural-creative-industries-can-power-human-development-21st-century//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 4 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Istruzione di qualità

 

L’Istruzione è la chiave per l’uguaglianza di genere in Asia e nel Pacifico

Di Armida Salsiah Alisjahbana

1° marzo 2019 – Bangkok, Tailandia – L’eguaglianza di diritti è stata richiesta e promessa per generazioni, ma lo scorso anno c’è stato un cambiamento nel movimento femminile. In Asia e nel Pacifico, così come il tutto il resto del mondo, le donne hanno dimostrato di condannare uno status quo che continua a privare troppe donne e ragazze dal rispetto e del rispetto delle pari opportunità. Questo è un momento in cui cerchiamo di ottenere l’uguaglianza di genere in Asia e nel Pacifico, un’ambizione che sta alla base dell’agenda del 2030 delle Nazioni Unite per lo Sviluppo sostenibile. L’istruzione è la chiave. Rimane il passaporto per ottenere lavori migliori, redditi più alti e migliori possibilità. Il progresso nella nostra regione è stato fatto e celebrato, ma grandi numeri di ragazzi e ragazze iscritti nelle scuole nascondono allo stesso tempo alti tassi di abbandono scolastico e una minor frequenza scolastica per le ragazze. Questo accade particolarmente nelle aree rurali, dove in molti paesi solo pochissime ragazze provenienti da famiglie povere riescono a completare il ciclo secondario dell’istruzione. Migliorare la copertura sanitaria, particolarmente quella legata alla salute sessuale e riproduttiva, è un altro imperativo.

http://www.ipsnews.net/2019/03/education-key-gender-equality-asia-pacific/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=education-key-gender-equality-asia-pacific//

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 4 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Istruzione di qualità

 

ADRA Lancia la campagna di difesa globale “Ogni bambino. Ovunque. A scuola”

25 febbraio 2019 – Amman, Giordania – L’Agenzia Umanitaria della Chiesa Avventista (ADRA) ha annunciato oggi una nuova campagna globale “Ogni bambino. Ovunque. A scuola”. La campagna rappresenta un appello urgente ai leader di tutto il mondo: tutti i bambini, indipendentemente dalla razza, dall’età, dalla nazionalità, dal sesso, dalla religione e dall’origine, hanno il diritto di imparare e di completare la propria educazione e l’andare a scuola rappresenta un riconoscimento del valore e del potenziale di ogni singolo bambino. La campagna ha anche lo scopo di raccogliere un milione di firme entro il 2020 per mezzo di sforzi umanitari in collaborazione con la Chiesa Avventista, e per mezzo di una petizione secondo la quale I leader mondiali devono impegnarsi per permettere ai bambini di ricevere un’istruzione di qualità e di vivere lontani dallo sfruttamento e dalle catene della povertà intergenerazionale. Uno studio UNESCO del 2018 ha riportato che a partire dal 2012 c’è stato un piccolo miglioramento nella riduzione del numero di bambini, adolescenti e giovani che non frequentano la scuola. Lo studio afferma anche che dal 2016 più di 262 milioni di bambini ancora non vanno a scuola, ovvero circa un quinto della popolazione globale in questa fascia di età. Inoltre, è stato dimostrato che gli alti livelli di povertà sono strettamente collegati con i tassi di abbandono scolastico.

https://adra.org/adra-launches-every-child-everywhere-in-school-global-advocacy-campaign/

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 4 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Istruzione di qualità

 

Anera firma un accordo con il Ministero dell’Istruzione Palestinese sullo sviluppo della prima infanzia

24 gennaio 2019 – Ramallah, Palestina – il 19 gennaio 2019, il Ministro dell’Istruzione Palestinese, Dr. Sabri Saidam, ha firmato un memorandum di Intesa con Anera per rafforzare la longeva collaborazione in supporto dello sviluppo della prima infanzia. Il Ministero si è impegnato a lavorare con Anera per proseguire gli sforzi comuni nel fare la differenza nell’accesso all’educazione prescolare e nella sua qualità promuovendo corsi di istruzione per gli insegnanti e un curriculum nazionale inclusivo e costruendo e ristrutturando centinaia di scuole e classi da adibire all’educazione prescolare. L’accordo riconosce il lavoro pioneristico di Anera e continua l’impegno per arricchire lo sviluppo e l’educazione dei bambini piccoli in Palestina. Nel memorandum, il Ministro dell’Istruzione definisce Anera come “l’organizzazione leader nella costruzione e nel rinnovamento degli asili in Palestina”. Inoltre, riconosce ad Anera di essere “una delle organizzazioni leader nell’ambito della prima infanzia in Palestina come risultato dei suoi programmi completi e onnicomprensivi”.

https://www.anera.org/press/anera-signs-agreement-with-palestinian-ministry-of-education-on-early-childhood-development/

Notizia correlata all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile n. 4 dell’Agenda Globale 2030 delle Nazioni Unite

Istruzione di qualità

 

 

* * * * * * *

(top)

 

 

 

Prossimo numero: 19 aprile 2019

 

Good News Agency è pubblicata mensilmente (tranne agosto) con traduzioni a sua cura. Tutti i  numeri precedenti sono disponibili al sito http://www.goodnewsagency.org. Registrazione presso il Tribunale di Roma n. 265-2000 del 20.6.2000. Iscrizione al R.O.C  n. 11060 del 16.2.2005.

Direttore responsabile ed editoriale: Fabio Gatti (fabio.gatti@goodnewsagency.org). Ricerche editoriali: Fabio Gatti, Isabella Strippoli, Elisa Minelli, Salvatore Caruso Motta, Chiara Damilano, Francesco Viglienghi, Carlo Toraldo, Andrea Landriscina, Nazzarella Franco. Traduttori: Silvia Ansaloni, Arianna Ciocca, Eleonora Ferrante, Chiara Gessi, Giuliano Giannone, Pamela Mariotti, Ilaria Nannini, Paolo Pagin, Martina Parovel, Manuela Sassi, Isabella Strippoli, Simona Valesi. Webmaster e copertura media e ONG: Simone Frassanito (simone.frassanito@goodnewsagency.org). 

 

Good News Agency è distribuita gratuitamente nel mondo per via telematica a media e giornalisti redazionali della stampa quotidiana e periodica, della radio e della televisione, a ONG e associazioni di servizio, a scuole superiori e università e ad oltre 26.000 Rotariani.

 

È un servizio di puro volontariato dell’Associazione Culturale dei Triangoli e della Buona Volontà Mondiale, fondata nel 1979, ente morale con D.M. 24-5-1999 pubblicato sulla G.U. n. 135 dell’11-6-1999. L’Associazione opera per lo sviluppo delle coscienze e promuove una cultura della pace nella prospettiva del ‘villaggio globale’ basato sull’unità nella diversità e sulla condivisione.  

L’Associazione ha sede in Roma, Piazzale degli Eroi 8. È iscritta al Registro della Regione Lazio delle associazioni di promozione sociale, alla World Association of Non Governmental Organizations (WANGO) e alla Union of International Associations (UIA).

 

* http://decade-culture-of-peace.org/2010_civil_society_report.pdf Nella sezione A, Organizzazioni Internazionali, pag. 12, il Rapporto dice: “La diffusione e lo scambio dell’informazione di una cultura di pace tramite Internet è diventata il principale strumento per diverse organizzazioni internazionali, tra cui spiccano Culture of Peace News Network, Good News Agency e  Education for Peace Globalnet.”